rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Sport

Calcio scommesse, spunta il nome di De Rossi

Spunta il primo nome eccellente dall'inchiesta sul calcioscommesse che ha portato in carcere 16 persone tra cui Beppe Signori: è quello del centrocampista della Nazionale e della Roma. Al via i primi interrogatori

Secondo quanto si apprende da fonti qualificate, Daniele De Rossi sarebbe presente tra i verbali delle intercettazioni relative allo scandalo del calcio scommesse. A chiamare in causa il giocatore giallorosso è l'ormai noto Marco Paoloni, portiere della Cremonese poi finito al Benevento. Il nome del centrocampista di Ostia spunterebbe in un'intercettazione in cui Paoloni parla dell'incontro Genoa-Roma, perso dai giallorossi 4-3 dopo esser stati in vantaggio per 3-0. In quel match, però, il mediano della Roma non gioco perché squalificato. La telefonata si troverebbe negli allegati agli atti dell'indagine e nelle migliaia di intercettazioni che ancora non sono state depositate. Al momento, l'intercettazione non è stata ritenuta rilevante dagli inquirenti. Capitan Futuro, quindi, non sembrerebbe direttamente coinvolto in quando secondo gli inquirenti si tratterebbe anche in questo caso di un millantato credito da parte di Paoloni che voleva far credere ai suoi interlocutori, come in occasione di Inter-Lecce, di poter influire su giocatori e società importanti. "De Rossi non è assolutamente indagato", taglia corto il titolare dell'indagine, il pm Francesco Di Martino. Quella intercettazione infatti al momento è ritenuta una semplice vanteria di Paoloni. La Roma, interpellata sulla vicenda, ha scelto di non voler commentare la notizia.

Cominceranno, intanto oggi dalle 12 al palazzo di Giustizia di Cremona gli interrogatori degli arrestati nell'ambito dell'inchiesta sul calcio scommesse. Secondo quanto anticipato dai legali delle sette persone detenute, i loro assistiti si avvarranno della facolta' di non rispondere. Gli interrogatori si svolgeranno nell'ufficio del giudice titolare dell'indagine, Guido Salvini. Le persone agli arresti domiciliari, come riporta l'Ansa, saranno sentiti dai tribunali delle rispettive citta', secondo calendari da definire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio scommesse, spunta il nome di De Rossi

RomaToday è in caricamento