Sport

Calcio a 5, la Futsal Isola vuole entrare nella storia

odici mesi fa al Castel Fontanta bastarono 65 punti per volare in B. L'anno prima fece ancora meglio il Virtus Guidonia che chiuse con 60 e un pass in tasca per volare in B

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Vincere contro Ferentino e Mirafin e strappare il campionato juniores per entrare nella storia. L'Isola vuole fare meglio dei grandi. Il triplete è una tentazione troppo forte. Primi ovunque. Mai successo. Soprattutto alla prima esperienza. E poi ci sono quelle coppe u21 e juniores ancora da giocare.

In una settimana gli Orange si sono presi tutto: campionato under 21 e pass per i nazionali festeggiati nella notte più bella, contro l'unica squadra ad aver tenuto botta fino alle ultime giornate alla banda Lattanzi, l'Artena che merita la B come l'Isola. Ora però c'è da completare l'opera: prendersi il campionato juniores che potrebbe chiudersi già venerdì nella sfida decisiva a Rieti. E toccare quota 82 punti in C1, sfiorando l'impresa della Polaris nel 2007 (chiuse con 84) e superare il record di Genzano l'anno successivo (80 punti).

OBIETTIVO RECORD Dodici mesi fa al Castel Fontanta bastarono 65 punti per volare in B. L'anno prima fece ancora meglio il Virtus Guidonia che chiuse con 60 e un pass in tasca per volare in B. L'Isola ha già fatto meglio. Ma nello sport mai fermarsi. Acchiappato un obiettivo ce n'è subito un altro da inseguire. Gli Orange sono pronti. Lattanzi non ha mollato la presa. Ha lasciato ai suoi una settimana per festeggiare e scaricare le tossine del post Artena con allenamenti leggeri. Poi non s'è più scherzato. Come non fosse successo nulla. Ritmi altissimi nelle partitelle, due amichevoli (pur con formazione rimaneggiata) contro altrettante squadre ostiche, vincitrici del loro girone in C2, la Real Folgarella (6-6 il risultato finale al PalaDanubio con le doppiette di Pavan e Montenero e la tripletta di Colaceci) e lo Sporting Lodigiani (anche qui pareggio 4-4 con reti di Montenero, Colaceci e doppietta di capitan Imperato).

"Giocheremo fino alla fine. A Ferentino non andremo a fare una scampagnata. Vogliamo due vittorie nelle ultime due partite. Abbiamo fissato l'obiettivo in 82 punti finali, faremo di tutto per arrivarci" ha commento in serata il direttore sportivo Enrico Segantini.

IL TRIPLETE Ora tocca alla juniores. L'under 21 s'è già portata via il campionato. La prima squadra l'ha seguita di una manciata di giorni. Ora tutti vogliono il triplete. Venerdì la juniores avrà il match point. Bastano due risultati su tre per strappare anche questo traguardo. La Lazio Calcetto è dietro di 5 punti a due giornate dal termine. L'Isola può solo perderlo questo campionato. Ma nel futsal non si sa mai. Sannino ha suonato la carica. "Sarebbe una grande soddisfazione raggiungere l'elite. Ci sono squadre in A che non possono contare su una juniores di questo genere. Ce la metteremo tutta" ha spiegato virando poi sull'under 21: "Abbiamo conquistato la regular season ma vogliamo andare fino in fondo. Conquistarci sul campo i nazionali che sono già nostri di diritto con la vittoria del campionato della prima squadra". Senza dimenticare le coppe: "Anche lì siamo entrati nelle fasi finali, vediamo come andrà, noi ci crediamo". E del futuro: "Fiorito, Silvi e Antonello Paradiso sono in pianta stabile nella rappresentativa. Ma abbiamo tantissimi elementi validi. Possono davvero rappresentare il futuro di questa squadra".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio a 5, la Futsal Isola vuole entrare nella storia

RomaToday è in caricamento