Boxe, il gladiatore torna sul ring di Las Vegas: "E' un test importante, voglio vincere e convincere"

Il peso massimo Guido Vianello il 21 luglio sfida Danny Kelly, un pugile veloce mai sconfitto per Ko. Vianello: "Sto perdendo peso. Voglio mostrare a tutti i miei miglioramenti"

Martedì 21 luglio Guido Vianello, numero uno tra i pesi massimi italiani, torna a combattere. Il boxer romano, avviato al pugilato dalla Team Boxe Roma XI, è stato il primo sportivo italiano ad aver disputato una competizione ufficiale dopo il lockdown. “The gladiator”, com’è chiamato negli Usa l'ex olimpionico azzurro, è destinato a vincere un'altra sfida.

Vianello, chi è il suo avversario questa volta?

Si chiama Danny Kelly ed è un pugile snello e veloce, con un record positivo di vittorie. Cosa che peraltro aveva caratterizzato anche i precedenti avversari. Questa volta però mi troverò difronte una persona che non ha mai perso per Ko. Le sue tre sconfitte, su quattordici match disputati, sono arrivate solo ai punti.

Lei invece, nei suoi 7 incontri precedenti, ci ha abituato a tanti knockdown. E sono stati anche piuttosto rapidi.

E’ vero, ma questa volta non cercherò il colpo del KO. Arriverà in maniera naturale, perché sto lavorando ad una tattica differente.

Si spieghi meglio, cosa vuole fare?

Sto cercando di calare di peso. Nell’ultimo incontro avevo fatto registrate 245 libbre, ora già sono sceso a 240 (l'equivalente di 108,8 kg ndr). Sapendo che avrò difronte un pugile più snello, sto cercando di lavorare sulla velocità. Farò vedere al pubblico quello che, a causa di incontri chiusi in fretta, finora non hanno potuto apprezzare.

Nei precedenti appuntamenti aveva combattuto sulla distanza di sei riprese. Questa volta cosa farà?

Sarà il mio ultimo incontro di sei riprese. Però stavolta punto a far vedere quanto sono migliorato, sul piano tecnico. Finora non ci sono riuscito perché, come dicevo, i match si sono chiusi troppo presto. Conto di finire sempre per ko, magari però verso il quarto o quinto round.

Poi cosa farà, è il secondo incontro che combatte le giro di appena un mese. Andrà in ferie?

Sì, sono rimasto a Las Vegas per fare questo nuovo incontro. Il mio obiettivo è di tornare in Italia a farmi un po’ di vacanze, se ci riesco. Perché qui i casi di nuovo Coronavirus stanno aumentando ed è diventato più complicato prendere un volo per l’Europa. Però la mia intenzione è quella. Negli States tornerei ad allenarmi dopo la pausa estiva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di luglio: i quartieri dove ci sono stati più casi

  • Gita fuori porta: cinque luoghi da non perdere a due passi da Roma

  • Coronavirus, a Roma 13 nuovi casi: quattro arrivano da altre regioni. I dati Asl del 31 luglio

  • Coronavirus, a Roma 13 nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 30 luglio

  • Coronavirus, 9 nuovi casi a Roma. Tutti i dati dalle Asl del primo agosto

  • Meteo Roma e Lazio, allerta maltempo da oggi e per le prossime 24 ore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento