menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Boxe, s’infortuna l’avversario di De Carolis. Slitta il titolo europeo: “Proveremo a farlo a Roma”

De Carolis doveva incontrare Zeuge, il pugile che nel 2016 gli aveva sfilato il titolo mondiale. L’incontro però non si farà. Mattioli: “L’EBU è alla ricerca dell’avversario. Probabilmente sarà il temibile Ryder”

Non ci sarà un terzo match tra Giovanni De Carolis (28-9-1) e Tyron Zeuge (24-1-1). Il pugile romano avrebbe dovuto sfidare il tedesco contro cui aveva combattuto nel 2016. All’epoca De Carolis era il campione del mondo WBA e, proprio nel secondo match contro il pugile berlinese, aveva dovuto rinunciare al titolo. 

L'infortunio di Zeuge

A distanza di quattro anni Giovanni De Carolis aveva la possibilità di prendersi una bella rivincita. Tornando a combattere in casa del pugile tedesco, ma con in palio la cintura europea, l’unica  che manca nella ricca bacheca del campione cresciuto alla Team Boxe Roma XI. L’incontro però è saltato. “Zeuge ha mandato il certificato medico che attesta il suo infortunio – ha spiegato Italo Mattioli, da sempre con Luigi Ascani all’angolo di De Carolis – l’incontro si sarebbe dovuto svolgere a fine novembre. Ora l’EBU (European Boxing Union) è alla ricerca di un altro sfidante per combattare, con tutta probabilità entro la fine dell'anno”.

L'organizzazione dell'evento

La rinuncia del pugile tedesco, provoca anche un’altra conseguenza. Bisogna tornare ad organizzare un match. “Faremo di tutto per provare a portarlo a Roma” ha annunciato Davide Buccioni, il patron della BBT Production. Il promoter romano aveva già tentato di portare il match valevole per il titolo europeo a Roma. Non c’era riuscito perché, andando alle buste, la sua offerta seppur importante, si era rivelata leggermente inferiore rispetto a quella del competitor tedesco. Ma adesso, l’infortunio di Zeuge, riapre i giochi.

Il possibile sfidante

“L’avversario contro cui Giovanni dovrà misurarsi sarà probabilmente un inglese: si parla di John Ryder (28-5-0), un osso duro. Ha perso l’ultimo incontro ma rimane tra i migliori pugili a livello mondiale” ha spiegato Mattioli, l’allenatore di De Carolis. In effetti per BoxeRec si tratta del numero sei al mondo, tra i  cosiddetti “cruiser”, la categoria dei Super Medi.

Una lunga attesa

L’incontro sarà un match importantissimo nella carriera di Giovanni De Carolis che, in qualità di sfidante ufficiale dell’EBU, è in attesa di combattere il suo incontro per il titolo europeo dal 2019. “Giovanni è in forma, si è sempre allenato e continua a farlo anche oggi” ha precisato Mattioli. Nelle prossime due settimane sarà assegnata l’organizzazione del match. E solo allora si saprà se la Capitale, a distanza di tanti anni, tornerà ad ospitare un titolo europeo di pugilato. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona arancione più vicina per Roma e il Lazio. D'Amato: "Curva in ascesa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento