Sport

Roma, Benatia: "Dimostreremo a Conte di non essere provinciali"

Il difensore marocchino: "La Juve ha meritato ma il distacco è eccessivo, presto la Roma vincerà"

Medhi Benatia, tra i migliori trascinatori di questa stagione della Roma, manda frecciate alla Juventus e ad Antonio Conte: "Lo scudetto dei bianconeri è sicuramente meritato, anche perchè non si può dire che una squadra che supera i 90 punti non abbia meritato di vincere. La Juve è una grande squadra ma c'è un piccolo rammarico perchè sono convinto che tra noi e loro non ci siano otto punti. Cercheremo di dimostrarlo soprattutto l'anno prossimo". 

Col campionato ormai agli sgoccioli Benatia lancia la sfida alla Juventus in vista della prossima stagione. Il difensore della Roma, che già col Catania dovrebbe tornare tra i convocati non ha dubbi sulla forza della squadra giallorossa, a suo dire frenata da alcune decisioni arbitrali poco chiare soprattutto nella prima parte del torneo. "Dopo le prime nostre 10 vittorie sembrava che dovessimo perdere per forza. Senza fare polemiche mi ricordo che le partite di Torino e Bergamo sono state animate da episodi non favorevoli per noi". 

La coda del campionato è stata invece caratterizzata dal botta e risposta a distanza tra Garcia e Conte sull'impegno messo in campo dagli avversari dei bianconeri.

"Il mister ha dato solo una sua opinione, lui quando pensa una cosa la dice e non credo ci sia nulla di male - spiega a Sky Sport24 - Noi dimostreremo il contrario di quello che invece ha detto Conte, non siamo una squadra provinciale e tra poco lo faremo vedere". 

Secondo il difensore, infatti, la Roma è attesa da un brillante futuro: "Sono convinto che abbiamo una squadra per vincere qualcosa. Ho parlato tante volte con De Rossi e con altri elementi importanti dello spogliatoio, e abbiamo voglia di vincere, purtroppo quest'anno non ci siamo riusciti ma lo faremo presto". 

A livello personale, poi, Benatia non sembra vedersi lontano dalla Capitale: "Sto molto bene qui, la gente mi ama, col mister sto alla grande, e con i compagni c'è il massimo rispetto. Voglio far parte di questo progetto, di questa squadra. Lavoro ogni giorno per stare a questo livello e far vedere che merito uno grande la Roma - conclude - Non mi vedo andare via, poi deciderà la società".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, Benatia: "Dimostreremo a Conte di non essere provinciali"

RomaToday è in caricamento