Yanga-Mbiwa: "Alla Roma per lo Scudetto e per riprendermi la Francia"

Per Yanga Mbiwa la piazza di Roma deve essere quella del rilancio dopo una avventura non positiva in Premier

Foto ufficiale della As Roma

A Roma per vincere e rientrare nel giro della Francia. Mapou Yanga-Mbiwa aspira al massimo dalla nuova esperienza in giallorosso, materializzatasi proprio nelle ultime ore del mercato estivo. Il centrale difensivo, sbarcato nella Capitale in prestito dal Newcastle, è convinto di potersi ritagliare uno spazio importante nel corso della stagione. 

"Sono qui per cercare di essere un valore aggiunto per la squadra - spiega nella conferenza stampa di presentazione a Trigoria -. Con Garcia ci conosciamo già dai tempi in cui io ho vinto lo scudetto col Montpellier e lui allenava in Francia, mi ha convinto lui a venire perchè vuole vincere il campionato e devo confessare che anche io sono affamato di trofei. Spero di condividere queste vittorie insieme a lui e alla società. Abbiamo una squadra super, una grande rosa e faremo di tutto per raggiungere i nostri traguardi". 

Vincere con la Roma, d'altronde, potrebbe riaprirgli le porte della nazionale. "Se dovessi giocare con frequenza credo che avrò delle possibilità di tornare a vestire la maglia dei Bleus - sottolinea Yanga-Mbiwa, che ha scelto la casacca n.2 -. Ovviamente bisogna lavorare tanto, darò il massimo in allenamento e durante le partite per conquistare un posto da titolare". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il mio ruolo? Sono a disposizione dell'allenatore. Se dovessi giocare da terzino destro lo farò con piacere tuttavia credo che il mio ruolo sia quello di centrale difensivo" precisa, prima di ammettere che al Newcastle le cose non sono andate come sperava: "Non ha funzionato forse perchè non hanno lo stesso modo di vedere le cose, in Premier League è tutto basato sul fisico. Qui invece credo sia diverso, si gioca di più a pallone. Il campionato italiano è molto più simile a quello francese, quindi sono sicuro di riuscire a dimostrare che l'Inghilterra è stato un semplice errore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento