rotate-mobile
Altro

"Sport di Tutti": il nuovo piano di Sport e Salute. Come partecipare

All'interno vari progetti riguardanti parchi, carceri e quartieri

Si chiama Sport di Tutti il piano predisposto da Sport e Salute, su iniziativa del Ministro per lo Sport e i Giovani e per il tramite del Dipartimento per lo Sport per abbattere le barriere di accesso allo sport, promuovendo l’inclusione e l’integrazione.

Il piano si avvarrà di uno stanziamento totale di 15,7 milioni di euro, con bandi e avvisi pubblici destinati ai Comuni e a 12mila tra ASD, SSD ed Enti del Terzo Settore di ambito sportivo, e coinvolgerà più di 1 milione di cittadini.

All'interno del piano Sport di Tutti, sono compresi diversi i progetti fra i quali:

  • "Quartieri":  l'alleanza educativa tra il sistema sportivo e il Terzo Settore grazie a presidi al servizio delle comunità;
  • "Inclusione": sport come strumento di prevenzione del disagio sociale e psicofisico, di sviluppo e di inclusione sociale, di recupero e di socializzazione, di integrazione dei gruppi a rischio di emarginazione e delle minoranze, garantendo a tutti l'accesso alla pratica sportiva.
  • Carceri” che fornisce un’opportunità di rieducazione ai detenuti attraverso il potenziamento dell’attività sportiva negli istituti penitenziari per adulti e minorenni in collaborazione con il Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria e il Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità;
  • “Parchi” nato dalla collaborazione con l’Associazione Nazionale Comuni Italiani – ANCI con l’obiettivo di realizzare nuove aree sportive attrezzate all’interno di parchi comunali pubblici o spiagge attraverso la dotazione di strutture fisse per lo svolgimento di attività sportiva all’aperto a corpo libero.

Sul sito di Sport e Salute è possibile consultare nel dettaglio gli avvisi pubblici. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sport di Tutti": il nuovo piano di Sport e Salute. Come partecipare

RomaToday è in caricamento