rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Sport

Abraham, Shomurodov, Borja Mayoral: il punto sugli attaccanti della Roma

Tammy Abraham, Eldor Shomurodov e Borja Mayoral rappresentano il parco attaccanti della Roma. L'ex Chelsea parte avanti nelle gerarchie rispetto allo spagnolo, ma per Mourinho il jolly è l'uzbeko

Ceduto Dzeko, la Roma ha subito agito sul mercato regalando a Mourinho Tammy Abraham. Il calciatore inglese arrivato dal Chelsea, si va ad aggiungere alle due punte presenti nella rosa giallorssa: Eldor Shomurodov, arrivato dal Genoa e Borja Mayoral. A disposizione dello Special One dunque ci sono tre prime punte, tutte diverse fra di loro per caratteristiche tecniche e per esperienza.

Abraham parte da titolare

Il titolare in partenza sarà Abraham. L’inglese, uno dei giocatori più pagati nella storia del club capitolino, nonostante i soli 23anni ha già vinto tanto a livello europeo in carriera con il Chelsea. Sia nelle competizioni giovanili, sia fra i big alzando la scorsa Champions League e più recentemente la Supercoppa Europea.

La sua miglior stagione è stata quella 2019/2020 quando guidò l’attacco dei Blues realizzando 15 gol in Premier League. Abraham, a cui la Roma ha assegnato la maglia numero nove, predilige giocare al centro dell’attacco, da finalizzatore e per questo sembra difficile ipotizzare una coesistenza fra l’inglese e Borja Mayoral.

Borja Mayoral, una riserva di lusso

Per lo spagnolo si prospetta un campionato da comprimario. L’attaccante, 45 presenze e 17 gol in tutte le competizioni con la Roma, con l’arrivo di Abraham potrebbe trovare poco spazio, almeno in Serie A. Mourinho infatti potrebbe riservare un posto da titolare all’iberico nei turni europei (oggi l’andata dei playoff di Conference League) o comunque considerarlo una riserva dell’ex Chelsea. Mayoral di proprietà del Real Madrid è in prestito (biennale) alla Roma dallo scorso anno. I giallorossi potevano riscattare l’attaccante versando nelle casse del Real Madrid 15 milioni di euro, ma non l’hanno fatto. Secondo gli accordi fra capitolini e blancos, la Roma può ancora riscattare Mayoral ma per una cifra pari a 20 milioni di euro.

Proprio il fatto che il centravanti si trovi in prestito nella Capitale, può lasciar pensare che Mou possa prediligere le altre due punte appartenenti a pieno titolo al club giallorosso. Lo scorso anno con Fonseca, Mayoral era partito come vice Dzeko, ma a suon di gol, e screzi fra il bosniaco e l'ex tecnico, lo spagnolo si era preso con merito un posto nell'undici titolare. 

Il jolly Shomurodov

Chi invece sarà un vero e proprio jolly offensivo per Mourinho è Shomurodov. L’uzbeko si è fatto conoscere nella passata in Serie contro il Genoa. Per averlo, i giallorossi hanno versato nelle casse liguri 17,5 milioni di euro più bonus. Con il Grifone, Shomurodov ha collezionato 31 presenze e 8 gol.

Nella pre-season giallorossa l’attaccante si è fatto ammirare per la sua tenacia e per la sua vena realizzativa facendosi apprezzare dai tifosi e soprattutto dal tecnico portoghese. Shomurodov, rispetto agli due attaccanti giallorossi, può giocare anche esterno nel 4-2-3-1 per una squadra in versione ancora più offensiva, o anche fare da seconda punta in un attacco a due. La sua duttilità sicuramente tornerà utile a Mou. 

Shomurodov-2

Tre attaccanti, per un solo posto quindi alla Roma. Abraham parte in pole position, ma Shomurodov è l’asso nella manica, Borja Mayoral può rivelarsi più di una semplice riserva. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abraham, Shomurodov, Borja Mayoral: il punto sugli attaccanti della Roma

RomaToday è in caricamento