3T Frascati Sporting Village, Zoncu: "Possiamo arrivare secondi"

Un’altra bella vittoria per l’Under 15 maschile nazionale del 3T Frascati Sporting Village

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Frascati (Rm) – Un’altra bella vittoria per l’Under 15 maschile nazionale del 3T Frascati Sporting Village. I ragazzi tuscolani hanno sconfitto con un 6-1 esterno il Vis Nova nell’ultimo turno di campionato. Un successo che il capitano del gruppo e portiere classe 2003 Francesco Zoncu commenta così: «Abbiamo fatto sicuramente una buona partita a livello difensivo, sfruttando gli errori degli avversari e ripartendo in maniera pericolosa. Inoltre siamo stati bravi nello sfruttare le superiorità numeriche avute nel corso del match e alla fine abbiamo vinto con personalità. All’andata contro di loro l’avevamo spuntata, ma soffrendo decisamente di più. Il Vis Nova è una buona squadra, ma anche vedendo gli ultimi loro risultati probabilmente non stanno attraversando un bel periodo». Discorso molto diverso, invece, per l’Under 15 del 3T Frascati Sporting Village. «Al momento siamo terzi e stiamo facendo una buona stagione, considerato che per questo gruppo si tratta del primo anno nella categoria nazionale. Ma mancano ancora alcune partite alla fine della stagione regolare e abbiamo la speranza di centrare il secondo posto che varrebbe la qualificazione alle finali». Il giovane portiere del 3T Frascati Sporting Village gioca a pallanuoto praticamente da una vita. «Sono otto anni che ormai pratico questa disciplina – racconta Zoncu – Tutto è cominciato in modo abbastanza casuale: avevo preso tutti i brevetti del nuoto da piccolo e volevo fare calcio, ma a mio padre non piaceva tanto l’ambiente di quello sport. Così mi ha suggerito di “unire” l’acqua alla palla e abbiamo provato con la pallanuoto: da allora non l’ho più lasciata». Piuttosto casuale anche la scelta del ruolo. «Avevo fatto il primo anno di acquagol in mezzo, ma nel secondo il portiere del nostro gruppo era salito di categoria e serviva qualcuno che lo rimpiazzasse. Siccome non avevo paura delle “pallonate”, il coach scelse me e così è sono diventato portiere» conclude Zoncu.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento