publisher partner

Che cos’è la zip line: un’esperienza adrenalinica tra la natura

Attraversare paesaggi mozzafiato rimanendo “in volo”, sospesi su un cavo di acciaio: la zip line piace proprio a tutti

Sempre più amanti del brivido e dell’adrenalina decidono di partecipare a esperienze come quelle della zip line, che consiste letteralmente nel “volare” (simulando l’attività del falco pellegrino) tra elementi naturali e paesaggistici mozzafiato, sospesi su un cavo d’acciaio, a una velocità media che supera talvolta i 100 km/h.

L’obiettivo è quello di provare un’emozione totale, ma anche visualizzare la natura che ci circonda da un punto di vista particolare, quello di chi osserva tutto dall’alto.

A Rocca Massima, un piccolo borgo medievale che conta poco più di 1000 abitanti, in provincia di Latina, a un’ora circa da Roma, nel 2014, un gruppo di amici ha deciso di creare una postazione per la zipline, in un percorso che va a terminare alle pendici del Monte Sant’Angelo.

Una zipline lunga 2225 metri

Il progetto Fly in the Sky consiste in una zipline lunga 2225 m, attraverso la quale decine di persone ogni giorno provano "l'esperienza del volo", ad una velocità media che supera i 110 km/h.

La struttura è costituita da un cavo d’acciaio sorretto da due piloni e sospeso ad un’altezza massima di 310 metri dal suolo, con un dislivello di 350 metri. Il percorso attraverserà uliveti e zone carsiche fino alle pendici del Monte Sant'Angelo.

Volare come un falco pellegrino

Dietro a questa affascinante attività si cela un volo ispirato al falco pellegrino, considerato l’animale più veloce in natura.

Concedersi un volo di questo tipo, sospeso su un cavo di acciaio, permette quindi di osservare il mondo da una prospettiva privilegiata, del tutto nuova, regalando e regalandosi emozioni intense e indimenticabili. Le stesse che prova il falco pellegrino, che sorvola sulle nostre teste.

Il percorso: da Rocca Massima a Monte S.Angelo

Il percorso inizia a Rocca Massima – da una quota di 730 metri – un borgo medievale in provincia di Latina e dal quale si può ammirare un panorama eccezionale: chi proverà l’esperienza della zipline attraverserà uliveti e zone carsiche fino al Monte S. Angelo, proprio dove vive e nidifica il falco pellegrino.

Durante il lancio la velocità media è di 110 km/h, ma può raggiungere anche picchi di 170: tutto ciò avviene in assoluta sicurezza. Ai partecipanti, infatti, sono forniti solo materiali e attrezzature accessibili anche a persone diversamente abili, omologate UIAA e certificati TUV, SUD e ISO911.

Adulti e bambini possono vivere un’avventura inedita e provare la sensazione di essere sospesi tra le montagne e volare in picchiata, proprio come un falco. Una vera e propria esperienza  “da brividi”, un volo dalle mille emozioni in mezzo a uno scenario spettacolare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

RomaToday è in caricamento