Magazine
Summer

Turismo d’urgenza: le mete da visitare prima che scompaiano

Il turismo d'urgenza sta a indicare tutte quelle mete da visitare almeno una volta, perché destinate a scomparire.

Si chiama turismo d’urgenza e sta a indicare quel ramo del turismo nato a causa dei cambiamenti climatici, che hanno avuto un impatto importante e significativo sul territorio e l’ecosistema.

Quindi, con il termine di turismo d’urgenza si vuole indicare tutti quei luoghi che sono destinati a scomparire e che, di conseguenza, vale la pena visitare almeno una volta nella vita.

Scopriamo insieme i 10 luoghi da non perdere, in Italia e nel mondo.

1. Venezia

Una delle città più belle d’Italia, ideale anche per viaggiatori solitari, è tra le prima mete del turismo d’urgenza. Nota per il suo fascino romantico e per i suoi canali, Venezia è destinata a scomparire. La città, infatti, sprofonderà nelle acque e starebbe affondando ben cinque volte più velocemente di quanto si pensi.

2. Maldive

Questo arcipelago di splendide isole si trova sotto il livello dell’oceano. Quindi, con l’innalzamento delle acque, causato dai cambiamenti climatici, le Maldive sono destinate a scomparire.

3. Ghiacciai delle Alpi

Altra perla del nostro Paese che, purtroppo, siamo destinati a perdere per sempre. Il motivo? I cambiamenti climatici e, nello specifico, il global warming stanno causando lo scioglimento e il progressivo ritiro dei ghiacciai delle nostre montagne.

4. Petra - Giordania

Insieme al Taj Mahal, la città di Petra è una delle 7 meraviglie del mondo nonché Patrimonio dell’Unesco. Purtroppo destinata a sparire poiché è interamente scavata nella roccia e, di conseguenza, rischia di sgretolarsi.

5. Madagascar

Una delle isole africane più affascinanti, il Madagascar è vittima di bracconaggio, incendi e deforestazione. Si prevede possa sparire nell’arco di 35 anni.

Estate senza zanzare: come godersi al massimo la bella stagione (today.it)

6. Taj Mahal - India

Si tratta di un mausoleo tra i più belli presenti al mondo. Purtroppo è destinato alla chiusura al pubblico, a causa dell’inquinamento atmosferico, dell’aria irrespirabile e della continua urbanizzazione di questa parte del mondo. Fattori che stanno distruggendo questa antica costruzione.

7. Mar Morto

Un’altra meta da visitare prima della sua scomparsa è il Mar Morto, che rischia di sparire a causa della siccità e la scarsità di acqua del fiume Giordano, l’unico a sfociare qui. Basti pensare che regredisce di circa un metro ogni anno.

8. Grande barriera corallina

Uno degli spettacoli più belli della natura, nonché la barriera corallina più ampia al mondo situata in Australia sarà destinata a sparire, perché l’aumento dell'acidificazione degli oceani, l'inquinamento e l’innalzamento delle temperature delle acque stanno causando un grave problema di decolorazione del corallo.

9. Muraglia Cinese - Cina

Un’altra meraviglia del mondo destinata a scomparire è la Muraglia Cinese. La causa è multifattoriale perché da un lato abbiamo gli effetti del dissesto idrogeologico e dall’altro quelli dell'inquinamento ambientale. Tanto che, secondo la Great China Wall Association ciò che resta del monumento costruito intorno al XIII-XIV secolo è solo il 10%.

10. Foresta Amazzonica - Brasile

Si estende per più di 7 milioni di kilometri quadrati ed è un vero e proprio polmone verde per l’intero pianeta. Questa enorme risorsa, la Foresta Amazzonica, è destinata a scomparire a causa dei cambiamenti climatici e del continuo sfruttamento delle risorse da parte dell’uomo.

Articolo originale su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

RomaToday è in caricamento