Martedì, 16 Luglio 2024
publisher partner

Roma prova a diventare una smart city

Car sharing, nuovi autobus ibridi, servizi di sharing e di pagamento dei servizi, tutto tramite un'app. Ecco come sta cambiando il modo di spostarsi in città.

Proiettarsi al futuro, diventare sempre più una grande capitale europea, nonostante ritardi e atavici problemi. E con il piano “Roma Smart City” presentato nel 2020, la capitale d'Italia si è candidata a diventare un vero laboratorio a cielo aperto per la transizione digitale ed ecologica. Il progetto è stato messo a punto per raggiungere quegli obiettivi che caratterizzano una “città intelligente”, ovvero migliorare la qualità della vita dei cittadini, senza alcuna discriminazione, per trasformarla in una città sostenibile, resiliente, aperta e collaborativa. In questo contesto l'amministrazione capitolina punta alla riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra di almeno il 40 per cento entro il 2030. I settori chiave su cui si dovrà intervenire sono la mobilità, le infrastrutture, gli edifici e gli impianti, oltre a una nuova gestione dei rifiuti, basata sulla progressiva riduzione fino al raggiungimento dell'obiettivo ‘rifiuti zero’.

Ma non c'è smart city senza smart mobility. Ne è un esempio Milano che si attesta come la prima città italiana per intensità di sharing mobility, grazie anche al concetto di MaaS (Mobility as a Service), una nuova idea di mobilità che prevede l'integrazione di molteplici servizi di trasporto pubblico e privato, accessibili all'utente finale attraverso un unico canale digitale. Questi servizi operano attraverso piattaforme digitali di intermediazione che abilitano diverse funzionalità capaci di rispondere in modo personalizzato a tutte le esigenze di mobilità.
 

La mobilità in condivisione a Roma

Roma è tra le città italiane ad aver scommesso maggiormente sulla mobilità in condivisione. Lo dimostrano i numerosi servizi oggi attivi in tutta la capitale. Si va dal car sharing a postazione fissa di Roma Capitale che oggi mette a disposizione dei cittadini, ma non solo, 201 vetture di cui 10 totalmente elettriche. O il servizio di bike sharing a postazione fissa, che permette di noleggiare una bici per un tempo massimo di 24 ore. Ma sono numerosi anche gli altri servizi di noleggio bici, monopattini e scooter elettrici a flusso libero, ovvero che non necessitano di essere riportati ad un punto prestabilito dopo l'utilizzo.

Dalla scorsa estate inoltre, tutti i veicoli del car sharing di Roma Capitale vengono sanificati costantemente nel rispetto delle norme anti-Covid. La tecnologia di Targa Telematics permetterà di attivare, al termine di ogni noleggio, il dispositivo “Smart Cube’’, un apparato innovativo sviluppato da Wash Out (azienda del Gruppo Telepass) che, installato nell'abitacolo, diffonde un prodotto igienizzante, non tossico ed efficace contro virus, batteri e microbi. Il veicolo sarà reso di nuovo disponibile al completamento della procedura.

Ma il gruppo Telepass ha fatto anche di più, e ha messo a disposizione di tutti gli utenti un'app che permette di usufruire dei vari servizi di trasporto della città e non solo. Con Telepass Pay infatti è possibile ad esempio parcheggiare sulle strisce blu e nei parcheggi convenzionati, o in caso di necessità prenotare un taxi pagando comodamente la corsa sempre tramite lo smartphone. Non solo, sempre grazie ad un'unica app, si hanno numerosi servizi sempre a disposizione: è possibile acquistare i biglietti Atac senza carte né contanti, scegliendo tra biglietto giornaliero, 2 o 3 giorni e mensile, pagando direttamente dal proprio conto e ottenendo un QR code che permette di spostarsi usando solo il cellulare. Roma, insieme a Milano, è una delle città che consente di noleggiare anche servizi di scooter, bici e monopattini in condivisione, sempre tramite l'app Telepass Pay. Inoltre noleggiando un mezzo attraverso l'app, è possibile usufruire di alcuni servizi di “cashback”, che permettono di avere in regalo un'ora al mese di noleggio.

L'obiettivo di Telepass è offrire ai propri clienti un ecosistema sempre più completo di servizi digitali per la mobilità, garantendo il risparmio di tempo, la massima sicurezza in termini di riduzione delle occasioni di contatto grazie alla sua natura cashless, in un’ottica sempre più sostenibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

RomaToday è in caricamento