Domenica, 17 Ottobre 2021
Pagamenti digitali

Fuga dalla città: i posti da visitare vicino Roma raggiungibili con il treno

Non c’è niente di meglio del treno per organizzare una gita fuori porta con i fiocchi e scoprire i dintorni di Roma

Chi l’ha detto che con il mese di ottobre sono finite le occasioni per viaggiare? Se avete già nostalgia del relax, del tempo trascorso con la famiglia oppure dei caldi raggi del sole, non siete costretti a rimanere in casa, ma potete approfittare delle giornate ancora miti e concedervi un fine settimana fuori porta.

Nonostante questa grande voglia di stare all’aperto, però, spesso ci si lascia frenare dalla pigrizia o dalla paura di ritrovarsi nel traffico. Un modo per superare tutti questi ostacoli e che permette di organizzare una gita green è il treno.

A poca distanza da Roma esistono tanti piccoli “gioielli” che aspettano soltanto di essere scoperti: lago, montagna o borgo medievale, la scelta è molto ampia e il vostro unico pensiero sarà quello di salire in carrozza e mettervi comodi prima di arrivare a destinazione.

Tivoli

Ai piedi dei Monti Tiburtini, immersa nel verde e nella tranquillità potete trovare Tivoli. Una passeggiata per il centro storico è il modo migliore per scoprire la città e i suoi monumenti come la chiesa di Santa Maria Maggiore con il portale gotico. Poco più avanti avrete il privilegio di visitare Villa d’Este, frutto dell’architettura rinascimentale diventata patrimonio dell’Unesco. Se l’interno con le sue camere decorate vi colpirà, il suo giardino vi lascerà a bocca aperta perché contraddistinto da terrazze con numerose fontane  pronte ad incantarvi con affascinanti giochi d’acqua. 

Per ricaricare le energie nel corso della giornata potete concedervi un momento di relax alle terme: sono il posto giusto, grazie alle sue acque ricche di zolfo.

Viterbo

La città dei Papi: Viterbo è conosciuta con questo nomignolo, visto che nel ‘200 diventò la sede pontificia al posto di Roma. Sono due gli edifici che meritano una visita, il Palazzo dei Papi (proprio a testimonianza di quel periodo) e la Cattedrale di San Lorenzo, senza dimenticare la Macchina di Santa Rosa, un baldacchino che sorregge la statua della Santa che viene celebrata ogni anno il 3 settembre (la macchina è anche patrimonio dell’Unesco).

Il corpo di Santa Rosa viene venerato nella chiesa che ha preso il suo nome, ma quando si visita Viterbo non bisogna dimenticare di “perdersi” piacevolmente nel quartiere medievale.

Velletri

Tantissima cultura in una sola città. Velletri ha tanto da offrire dal punto di vista storico, ma anche naturalistico, come si intuisce facilmente dagli innumerevoli vigneti e uliveti. È ancora possibile ammirare quello che è rimasto del borgo antico, vale a dire un’antica cisterna, ma anche i mosaici e le ville rurali fanno ben capire come era strutturata Velletri in tempi molto lontani da quelli attuali.

Il simbolo della città è la Torre del Trivio che svetta con i suoi 5 metri e che vanta sette secoli di storia: è riuscita a sopravvivere a moltissimi eventi, compresi i bombardamenti delle guerre mondiali. La cucina locale è fortemente condizionata da quella tipica dei Castelli Romani, inoltre la presenza di tanti vigneti rende i vini locali davvero pregevoli.

Bracciano

A 40 chilometri dalla Capitale sorge Bracciano, località famosa per il lago che ha preso il suo stesso nome, ma non solo. È la meta ideale per una gita fuori porta, soprattutto se si è alla ricerca di un posto lontano dal turismo di massa. La sua tranquillità conquista immediatamente, in particolare il borgo antico.

Una tappa immancabile è sicuramente quella del Castello Orsini-Odescalchi, un edificio imponente e che si riesce a scrutare anche a molti chilometri di distanza. Attorno al castello, poi, si diramano le stradine e le viuzze così tipiche della Tuscia romana, per una passeggiata rilassante e per scoprire altri edifici del passato, come ad esempio il Duomo di Santo Stefano e la Chiesa di Santa Maria Novella. Nella città di lago, i cibi da gustare sono soprattutto a base di pesce, ma non mancano le ricette classiche della tradizione romana.

Cerveteri

Arte e archeologia sono i tratti distintivi di Cerveteri, località laziale che può vantare un’ampia presenza di reperti etruschi. Questo centro turistico ha una certa rilevanza, in particolare si possono ammirare castelli, siti archeologici e aree protette di grande fascino. Le origini della località possono essere fatte risalire addirittura al IX secolo prima della nascita di Cristo, anche se poi è stata quasi dimenticata fino al ‘900, quando è diventata un punto di riferimento a livello storico e archeologico.

Si trova ad appena 46 chilometri da Roma e non dista molto dalla costa: tante sono le chiese che meritano una visita, tra cui quella di Santa Maria Maggiore, una delle più antiche in assoluto, e quella di Sant’Antonio Abate che sorge nei pressi della cinta muraria. Per quel che riguarda la cucina locale, invece, anche in questo caso è fortemente influenzata da quella romana.

Come acquistare i biglietti del treno

Prenotare i biglietti del treno è ormai diventato veloce e semplicissimo. Possiamo acquistarli comodamente con lo smartphone e con Satispay. L’app di mobile payment, infatti, è convenzionata con Trenitalia che permette di spostarsi rapidamente sia dentro che fuori i confini regionali. Per ottenere il biglietto servono pochi passaggi:

  • Scegliere la destinazione sull’app Trenitalia
  • Impostare la data del viaggio
  • Selezionare Satispay come metodo di pagamento
  • Inserire il numero di telefono per ricevere la notifica dell’app di mobile payment
  • Aprire Satispay
  • Confermare il pagamento

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuga dalla città: i posti da visitare vicino Roma raggiungibili con il treno

RomaToday è in caricamento