Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Thom Yorke conquista la Festa del Cinema di Roma: "Quando musica e film si sposano è una cosa profonda"

Il frontman dei Radiohead racconta il suo rapporto con il cinema. L'intervista sul red carpet ed un estratto dell'incontro con il pubblico

 

“Sono sempre stata una persona visiva, anche nella musica, e quando un film si sposa con la sua colonna sonora è una cosa molto profonda”. E’ il giorno di Thom Yorke. La musica si prende la scena nella penultima giornata della quindicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, sabato 24 ottobre, dove il musicista frontman dei Radiohead è il protagonista di un “incontro ravvicinato” con il pubblico.

Ovazione al suo arrivo in sala, piena e nel rispetto nelle norme anti covid. E di cinema Yorke ne sa, viste le moltissime colonne sonore da lui firmate nel corso della sua lunga carriera, negli ultimi anni spesso da solista.

Ed al suo pubblico offre diverse clip di film a lui molto cari da “Incontri ravvicinati del terzo tipo”, a “Taxi driver”, dove i suoni e le immagini si “sposano perfettamente”, appunto. E racconta la sua esperienza nel remake di “Suspiria” di Luca Guadagnino: “Quando ho iniziato a lavorarci mi è stato detto di esprimere le mie emozioni, la ricerca delle sonorità giuste, senza vedere il film perché mi avrebbe influenzato - racconta il musicista -. E alla fine de lavoro, vedere che quello he hai scritto si incastra così perfettamente ad un lavoro più ampio è davvero meraviglioso”.

Un lungo applauso alla fine dell’incontro lo emoziona. “Grazie”, dice nel suo timido italiano.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento