Ostia Criminale: così la mafia si è presa il litorale. L'allarme: "Con crisi sanitaria per clan nuova alba"

Il documentario d'inchiesta tra gli eventi speciali alla Festa del Cinema di Roma 2020: sul "red carpet" irrompe il racconto reale e crudo su racket, estorsioni, delitti e intimidazioni

“Il 22 novembre 2011 i boss Giovanni Galleoni e Francesco Antonini vengono uccisi a Ostia Nuova. E’ l’inizio di una guerra che dura ancora oggi”. E’ così che si apre Ostia Criminale - La mafia a Roma presentato tra gli eventi speciali alla Festa del Cinema 2020

Ostia Criminale - La Mafia di Roma

Il film di di Daniele Autieri  e Stefano Pistolini racconta racconta la vera storia dell’ascesa della criminalità nel territorio di Ostia, sullo sfondo dei suggestivi panorami del litorale romano: un po’ metropoli un po’ villaggio cresciuto a dismisura, tra spiagge contese, locali notturni, racket di case popolari e immigrazione clandestina.

“Ostia è la più grande realtà territoriale sciolta per mafia nel nostro Paese” - ricorda nel documentario Alfonso Sabella, magistrato e assessore alla legalità di Roma Capitale con delega sul litorale di Ostia con la Giunta Marino. 

E’ l’operazione ‘Nuova Alba’ che nel luglio 2013 sgomina la mafia di Ostia: in un giorno vengono arrestate 51 persone appartenenti a clan collegati alla mafia siciliana e alla ‘ndrangheta e vengono contestati reati che vanno dal narcotraffico, agli omicidi, dalle estorsioni alla gestione illegale degli stabilimenti balneari. L’operazione viene diretta dal procuratore capo di Roma Giuseppe Pignatone e dal vice Michele Prestipino.

La sentenza della Mafia a Roma

Nel 2015 la sentenza documenterà l’esistenza della Mafia a Roma, poi confermata dalla Cassazione che comminerà condanne per 200 anni agli imputati. Un duro colpo alla Cupola Mafiosa di Roma. A reggere gli affari di Ostia (con alcune propagini nell'area dell'Eur) quattro famiglie: gli Spada, i D'Agata e soprattutto i Fasciani ed i Triassi, con quest'ultima affiliata a 'Cosa Nostra' tramite il benestare della famiglia Cuntrera di Agrigento. Famiglie in contrapposizione tra loro (con gli Spada confederati ai Fasciani) sino al 2007 quando i capi clan della Cupola del Litorale decisero di spartirsi gli affari sancendo una 'Pax Mafiosa' nei rapporti esistenti tra le due organizzazioni affinchè "tutti potessero lavorare senza attirare l'attenzione della polizia" con i Triassi a gestire gli affari relativi a droga ed armi ed i Fasciani ad occuparsi di usura ed estorsioni.

Il patto di Grottaferrata: il pranzo tra boss che ha fatto calare la pace su Ostia

Il racconto di Ostia Criminale

Attraverso immagini di repertorio, intercettazioni audio‐video, ricognizioni sul territorio e interviste approfondite (il giornalista Paolo Mondani, il Comandante della Mobile di Roma Luigi Silipo, il magistrato Alfonso Sabella, l’avvocato Mario Giraldi) il racconto di Ostia Criminale si snoda lungo un decennio di attentati, omicidi, estorsioni e retate, arricchito dalle testimonianze di chi ha rifiutato il potere delle mafie sul territorio e combatte la propria battaglia per la legalità.

La crisi economica da Coronavirus: "Così le mafie puntano a ristoranti e hotel"

“Le famiglie della criminalità organizzate di Ostia sono state scompaginate dagli arresti e dagli ergastoli. Ora la partita se la giocano le nuove famiglie della ‘ndrangheta e della camorra,. E con l’emegenza sanitaria che sta inducendo una crisi economica straordinaria le piccole e medie imprese, del turismo e non solo, di Ostia e della Capitale, hanno sempre più bisogno di soldi. I soldi le mafie li hanno: glieli presteranno, senza volere indietro chisà quali tassi. Tanto - l’allarme lanciato dal giornalista Paolo Mondani - il fine è quello di conquistare queste attività economiche: la magnifica presa sono bar, ristoranti, hotel. Sarà questa la ‘nuova alba' di Ostia?"

Dove vedere in tv e streaming Ostia Criminale - La mafia a Roma

Prodotto da Darallouche per Discovery Italia, Ostia Criminale debutterà in esclusiva sulla piattaforma Dplay Plus (dal 26 ottobre) e sarà poi in prima tv sul canale NOVE: all’interno del ciclo Nove Racconta, la finestra sull’attualità dedicata ai documentari d’inchiesta.  Uno spazio diventato distintivo del modo di fare informazione del gruppo Discovery e che il canale Nove dedica da anni ai reportage, in collaborazione con le principali firme del giornalismo e del current affair italiano e internazionale.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
RomaToday è in caricamento