“Nomad. In the footsteps of Bruce Chatwin”, l'avventurosa storia di un viaggiatore

Werner Herzog dirige l'omaggio al compianto amico e scrittore, ricordandolo attraverso i luoghi dei suoi bestseller

Il documentario diretto da Werner Herzog, “Nomad. In the footsteps of Bruce Chatwin”, è il ritratto del suo compianto amico, nonché scrittore di viaggi, Bruce Chatwin.

La pellicola è tra i film selezionati per la Festa del Cinema di Roma e ripercorre l’avventurosa storia di Chatwin, morto nel 1989 per AIDS all’apice della sua fama, attraverso i principali luoghi dei suoi bestseller.

La sinossi

Quando lo scrittore e viaggiatore Bruce Chatwin stava morendo, mandò a chiamare il suo amico Werner Herzog, chiedendogli di vedere il suo recente film sulle tribù del Sahara, e in cambio, come regalo d’addio, gli donò lo zaino che aveva portato con sé nei suoi viaggi per il mondo. 30 anni dopo, prendendo con sé lo zaino di Chatwin, Herzog compie un viaggio ispirato dalla loro comune passione per la vita nomade, lungo il quale incrocia storie di dinosauri, tribù perdute, tradizioni aborigene, viandanti e sognatori. Dalla Patagonia, al Galles, fino all’Australia, il viaggio setaccia l’irrequietezza e l’erranza umane, offrendo il ritratto di uno degli scrittori più carismatici del ’900, e uno sguardo nei pensieri di un grande regista utopista.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
RomaToday è in caricamento