Festa del Cinema di Roma Viale De Coubertin Pietro, 30

Festa del Cinema, la musica si prende la scena: è il giorno di Thom Yorke. Cosa sarà chiude la rassegna

Ultimo week end della Festa del Cinema di Roma 2020: il leader dei Radiohead protagonista di un Incontro Ravvicinato, sul red carpet Kim Rossi Stuart e il cast di Cosa sarà di Francesco Bruni

La musica si prende la scena nell'ultimo week end della Festa del Cinema di Roma 2020. Il cantautore, polistrumentista e compositore inglese Thom Yorke sarà protagonista di un Incontro Ravvicinato all'Auditorium Parco della Musica: il leader dei Radiohead ripercorrerà con il pubblico la sua carriera e parlare delle grandi colonne sonore della storia del cinema.

Festa del Cinema di Roma: Cosa sarà chiude la rassegna

Alle ore 19, nella stessa sala, sarà presentato Cosa sarà di Francesco Bruni, film di chiusura della quindicesima edizione della Festa del Cinema. Il cineasta romano, pluripremiato sceneggiatore di film quali Ovosodo, La prima cosa bella, Il capitale umano di Paolo Virzì, con cui realizza da anni un felice sodalizio artistico, e di serie televisive come “Il commissario Montalbano”, torna alla regia dopo i successi di Scialla! (Stai sereno), Noi 4 e Tutto quello che vuoi.

Kim Rossi Stuart protagonista di Cosa sarà

Cosa sarà vede protagonista Kim Rossi Stuart nei panni di Bruno Salvati: la vita di Bruno è in una fase di stallo, i suoi film non hanno mai avuto successo e il suo produttore fatica a mettere in piedi il prossimo progetto. Sua moglie Anna, dalla quale si è recentemente separato, sembra già avere qualcun altro accanto.?E per i figli Adele e Tito, Bruno non riesce a essere il padre presente e affidabile che vorrebbe. Un giorno Bruno scopre di avere una forma di leucemia. Si affida immediatamente a un’ematologa competente e tenace, che lo accompagna in quello che sarà un vero e proprio percorso a ostacoli verso la guarigione. Il primo obiettivo è trovare un donatore di cellule staminali compatibile: dopo alcuni tentativi falliti, Bruno comincia ad avere seriamente paura, Cosa sarà di lui??Suo padre Umberto, rivelandogli un segreto del suo passato, accende in tutti una nuova speranza. Bruno e la sua famiglia intraprendono un inatteso percorso di rinascita, che cambierà i loro rapporti e insegnerà a Bruno ad alzare gli occhi da sé stesso e a guardare gli altri.

Padre Padrone di Paolo e Vittorio Taviani

Alle ore 16 presso la Sala Petrassi si terrà Padre Padrone di Paolo e Vittorio Taviani, Palma d’oro nel 1977: il film sarà presentato nel restauro realizzato nel 2020 dal Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale e dall’Istituto Luce-Cinecittà, ed eseguito presso i laboratori di Luce-Cinecittà a partire dal negativo originale 16mm e da un positivo sonoro 35mm, messi a disposizione da RAI Cinema. Tutte le lavorazioni sono state approvate da Paolo Taviani. La realizzazione del restauro del suono è stata curata da Federico Savina. Ispirato all’autobiografia di Gavino Ledda, il film ne segue il percorso di formazione ed emancipazione, da pastorello sardo strappato alla scuola e alla comunità dal padre, alla laurea in glottologia.

Donna di quadri – Graziella Lonardi Buontempo al MAXXI

Alle ore 21.30 il MAXXI ospiterà la proiezione del documentario Donna di quadri – Graziella Lonardi Buontempo di Gabriele Raimondi che dice: “Bellissima e altera, classe 1928, Graziella Lonardi Buontempo aveva una personalità fulgida e radiante, divideva la sua vita tra la residenza romana di Palazzo Taverna e la casa di Napoli – spiega il regista – Figlia di una borghesia illuminata e sperimentale, ideatrice di mostre epocali, mecenate e amica personale di artisti quali Andy Warhol, che la ritrasse, Burri, Pistoletto, Kounellis, fu una grande Donna di Quadri, dal cuore palpitante per l’arte e la letteratura”.

Il Giro del Palazzo nella voce narrante di Francesco Montanari

Alle ore 20.30, presso il Teatro Studio Gianni Borgna, Francesco Montanari e il duo di producer Coreless Collective interpreteranno dal vivo rispettivamente il testo e la colonna sonora originale del “Giro del Palazzo”, mentre dietro di loro verranno proiettate le immagini del progetto. Il reading è legato alla mostra, ospitata presso il Foyer della Sala Sinopoli nei giorni della Festa, che racconta – attraverso una narrazione fotografica e audiovisiva composta da foto, testo, voce e suono – il periodo del lockdown, dal 9 marzo al 4 maggio 2020.

Non oltre “Il Giro del Palazzo”: una mostra racconta il lockdown a Roma

Gli altri appuntamenti del sabato alla Festa del Cinema

Al MACRO alle ore 19, per la linea “Fedeltà/Tradimenti”, Chiara Valerio parlerà della trasposizione cinematografica della celebre opera letteraria Dracula. 

La Casa del Cinema ospiterà un titolo della retrospettiva dedicata a Satyajit Ray: The Lonely Wife alle ore 18. Per i “Film della nostra vita” sarà la volta di The Day the Earth Stood Still di Scott Derrickson (MAXXI ore 16), scelto dal selezionatore Richard Peña che lo considera “un classico della fantascienza, visionario e provocatorio”. 

L’Arena del Teatro Tor Bella Monaca ospiterà Siamo in un film di Alberto Sordi? di Steve della Casa e Caterina Taricano. Nella rassegna ospitata da alcune celebri librerie indipendenti della Capitale, si terranno le proiezioni di L’amore non si sa, alla presenza del regista Marcello Di Noto (Libreria Piave ore 17) e Song ‘e Napule dei Manetti Bros. (Acilia Libri ore 17). 

Le repliche in programma al My Cityplex Savoy prevedono Marino y Esmeralda di Luis R. Garza (ore 16), Herself di Phyllida Lloyd (ore 18.30) e Cosa sarà di Francesco Bruni (ore 21.30) in Sala 1, Romulus di Matteo Rovere (ore 17.30), La Fellinette di Francesca Fabbri Fellini e Fellinopolis di Silvia Giulietti alle ore 20.30 in Sala 2.  Al My Cityplex Europa si terranno le proiezioni in replica di Herself di Phyllida Lloyd (ore 19) e Supernova di Harry Macqueen (ore 21.30). 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa del Cinema, la musica si prende la scena: è il giorno di Thom Yorke. Cosa sarà chiude la rassegna

RomaToday è in caricamento