Le Festa del Cinema entra a Rebibbia: anche il film di Totti proiettato in carcere

Come ogni anno torna il Rebibbia Festival: tre giorni di proiezioni riservate alla popolazione reclusa. Tra i film pure quello di Giulio Base sul rastrellamento del Ghetto

La Festa del Cinema di Roma negli istituti penitenziari. Come ogni anno torna il Rebibbia Festival con proiezioni riservate alla popolazione reclusa visibili fra l’Auditorium del Carcere e la nuova Sala Cinema “Enrico Maria Salerno”, recentemente inaugurata.

La Festa del Cinema di Roma nel carcere di Rebibbia

Il programma prevede tre proiezioni selezionate dal programma ufficiale della quindicesima edizione della Festa. Si parte lunedì 19 ottobre con L’Amore non si sa di Marcello Di Noto: storia di Denis, musicista e donnaiolo, che lavora e si diverte sulla scia del business neomelodico gestito dalla malavita. Quando si trova coinvolto in un regolamento di conti, comprende che il futuro non esiste sul bagnasciuga delle logiche omertose. Grazie all’amore per Marian, troverà la forza di ribellarsi. Il regista Marcello Di Noto parteciperà alla proiezione.

Il cielo stellato sopra il ghetto di Roma al Rebibbia Festival

Martedì 20 ottobre sarà la volta de Il cielo stellato sopra il ghetto di Roma di Giulio Base. In questo intreccio tra passato e presente il ritrovamento di una misteriosa fotografia ingiallita che ritrae una bambina porterà degli studenti cristiani ed ebrei alla ricerca della verità. I ragazzi affronteranno un viaggio attraverso la memoria di un passato doloroso e difficile da dimenticare, come quello del rastrellamento del quartiere ebraico di Roma.

Il film su Francesco Totti al Rebibbia Festival

Giovedì 22 l’Auditorium di Rebibbia ospiterà Mi chiamo Francesco Totti di Alex Infascelli, titolo ospitato nella sezione Eventi Speciali della quindicesima edizione della Festa. In questo omaggio (tratto dal libro “Un Capitano” scritto da Francesco Totti con Paolo Condò, edito da Rizzoli) si narra la notte che precede il suo addio al calcio, e Francesco Totti ripercorre tutta la sua vita, come se la vedesse proiettata su uno schermo insieme agli spettatori. Le immagini e le emozioni scorrono tra momenti chiave della sua carriera, scene di vita personale e ricordi inediti. Un racconto intimo, in prima persona, dello sportivo e dell’uomo. Il regista Alex Infascelli parteciperà alla proiezione a Rebibbia. 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
RomaToday è in caricamento