"Antigone", la tragedia di Sofocle rivive nell'odierna Montreal

La regista canadese Sophie Deraspe ispirata dal mito greco per questo film, presente nella selezione ufficiale della Festa del Cinema di Roma

Con "Antigone" la regista canadese Sophie Deraspe porta alla Festa del Cinema di Roma la popolare vicenda della tragedia greca di Sofocle, ambientata, però, in una famiglia di immigrati di oggi a Montreal.

È sempre così sbagliato disobbedire alla regole, alle leggi, per seguire il proprio senso della giustizia? La tenace Antigone (Nahéma Ricci) non ha dubbi e tutto il film vive dentro i suoi occhi, così grandi e così intensi.

L'opera fa parte della Selezione Ufficiale della Festa del Cinema di Roma e ha una durata di 109 minuti.

La sinossi

In seguito all’assassinio dei suoi genitori, la giovane Antigone si rifugia a Montreal insieme ai fratelli e alla nonna. Studentessa modello, Antigone è il collante che tiene unita la famiglia. La tragedia deflagra quando suo fratello Étéocle viene ucciso dalla polizia. Motivata dal senso del dovere verso la famiglia e dal ricordo dei genitori, Antigone decide di mettere a repentaglio il suo futuro per proteggere quello della sua famiglia: alla legge dell'uomo, sostituisce il proprio senso della giustizia, fondato sull’amore e sulla solidarietà.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
RomaToday è in caricamento