Scorsese firma "The Irishman" e stupisce ancora con De Niro e Al Pacino

Il celeberrimo regista racconta attraverso un cast stellare la storia di Frank Sheeran e gli intrecci tra mafia e politica

È senza dubbio uno dei film più attesi della selezione ufficiale della Festa del Cinema di Roma. L'ultima fatica di Martin Scorsese, "The Irishman", tratta dall’omonimo libro di Charles Brandt, racconta attraverso un cast stellare la storia di Frank Sheeran, scagnozzo della mafia diventato sindacalista.

Un gangster movie (di ben 209 minuti) non può essere "solo" un gangster movie quando a recitarlo ci sono Robert De Niro, Al Pacino, Joe Pesci, Harvey Keitel, Ray Romano, Bobby Cannavale, Anna Paquin e Stephen Graham. E dato che dietro la macchina da presa, inoltre e forse prima di tutto, c'è Scorsese, ecco che "The Irishman" diventa subito imparagonabile e, grazie al finale che non spoileremo, unico.

La sinossi

Un’epica saga sulla criminalità organizzata nell’America del dopoguerra: la storia è raccontata attraverso gli occhi di Frank Sheeran, veterano della seconda guerra mondiale, imbroglione e sicario che ha lavorato al fianco di alcune delle figure più importanti del XX secolo. The Irishman racconta, nel corso dei decenni, uno dei più grandi misteri irrisolti della storia statunitense, la scomparsa del leggendario sindacalista Jimmy Hoffa, in uno straordinario viaggio attraverso i segreti del crimine organizzato, i suoi meccanismi interni, le rivalità e le connessioni con la politica tradizionale.
 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
RomaToday è in caricamento