"Honey Boy": Shia LaBeouf racconta infanzia e tormenti attraverso Otis

Il film diretto da Alma Har’el è stato scritto dall'attore statunitense che si è ispirato alla proprie esperienze personali

"Honey Boy" è uno dei 33 film presenti nella selezione ufficiale della Festa del Cinema di Roma, ma sicuramente si farà notare molto più di altri. Diretto da Alma Har’el, è sceneggiato dall’attore Shia LaBeouf (presente nel cast), che ha scritto ispirandosi alle proprie esperienze personali.

In 95 minuti, infatti, è esposto l'intero universo di un giovanissimo attore, un ragazzino (e poi ragazzo) problematico, rude, violento, violentato e tormentato dal padre. Non può far altro che cercare nell'arte una via di salvezza, di trasformazione e di riscatto.

La sinossi

La vita di un giovane attore, dalla burrascosa infanzia fino ai primi anni da adulto, lo vede lottare in tutti i modi per trovare una riconciliazione e un punto di incontro con il padre, attraverso il cinema e i propri sogni, attraverso l’arte come forma di terapia e l’immaginazione come forma di speranza.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
RomaToday è in caricamento