rotate-mobile
publisher partner

Malattia psoriasica: a Roma la seconda tappa della campagna “L’esperienza al centro”

Protagonista dell’Open Day a Tor Vergata del 6 maggio è una patologia di cui è urgente saperne di più

“La psoriasi è una malattia infiammatoria cronica, storicamente considerata una condizione della pelle. Questa sintomatologia è, però, da considerarsi solo la punta dell’iceberg della patologia.”

Parole di Luca Bianchi, Responsabile dell’unità Operativa di Dermatologia del Policlinico Tor Vergata di Roma. Parole che dimostrano come, della psoriasi, il grande pubblico sa ancora troppo poco. Il medico aggiunge, infatti: “È una malattia sistemica spesso associata a diverse comorbidità che richiedono una gestione consapevole e multidisciplinare.”

Non solo pelle: la malattia psoriasica colpisce anche le articolazioni

La malattia psoriasica non si manifesta solo sulla pelle, dunque, ma in diverse parti del corpo, comprese le articolazioni. In questo caso specifico, non si parla più di psoriasi, ma di artrite psoriasica, una forma specifica di artrite infiammatoria associata alla psoriasi. Una manifestazione della malattia che, in Italia colpisce circa 40 persone (maschi e femmine in egual misura) su 10.000 abitanti, solitamente tra i 30 e i 50 anni. 

A confermare questa manifestazione ulteriore della malattia, spesso consequenziale alla psoriasi, è anche la Prof.ssa Maria Sole Chimenti, dell’Università di Tor Vergata:

“Molto spesso alle manifestazioni cutanee della psoriasi (rossore e desquamazione), si aggiungono i sintomi dell’artrite (dolore, rigidità mattutina e gonfiore delle articolazioni). Individuare i sintomi per tempo può fare la differenza: la diagnosi precoce si rivela molto più importante per l’artrite psoriasica che per la psoriasi stessa.”

Servono più informazioni: lo dimostra uno studio 

La poca conoscenza dell’argomento e la necessità urgente di saperne di più sui legami tra queste due manifestazioni della malattia psoriasica e comorbidità comuni sono state dimostrate anche dallo studio globale “Psoriasis and Beyond, promosso da Novartis in collaborazione con IFPA (la federazione nazionale che raccoglie le associazioni dei pazienti). 

Dallo studio, che ha coinvolto poco meno di 5.000 persone provenienti da 20 paesi diversi, è emerso che meno di un terzo delle persone che vivono con la malattia psoriasica sono consapevoli del rischio di condizioni associate, come malattie cardiovascolari, diabete, depressione e ansia. Senza contare che solo il 29% degli intervistati con psoriasi è consapevole dei legami tra psoriasi e artrite psoriasica. Di questi ultimi, il 38% è risultato anche essere a rischio di progressione della malattia, a seguito di uno screening epidemiologico della psoriasi.

“L’esperienza al centro”: la campagna di sensibilizzazione promossa da Novartis

Questi risultati hanno portato Novartis a farsi promotrice dell’iniziativa L’esperienza al centro, una campagna informativa di sensibilizzazione che vuole riportare l’attenzione sulla malattia psoriasica, aiutando i pazienti a riconoscere i primi segni di psoriasi e a cogliere eventuali sintomi di coinvolgimento articolare. 

Dopo una prima tappa a Bari, ora la campagna si è spostata a Roma, presso il Policlinico di Tor Vergata, dove, il 6 maggio, si terrà l’Open Day e si potranno prenotare consulti specialistici attraverso un’apposita piattaforma online.

L’iniziativa è patrocinata dalle principali Associazioni di Pazienti, quali ANMAR (Associazione Nazionale Malati Reumatici), APMARR (Associazione Nazionale Persone con Malattie Reumatologiche e Rare), AMRER (Associazione Malati Reumatici Emilia Romagna), APIAFCO (Associazione Psoriasici Italiani Amici della Fondazione Corazza) e ADIPSO (Associazione per la difesa degli Psoriasici).

La soluzione: un approccio sinergico tra dermatologi e reumatologi

E proprio dal Vice Presidente ANMAR, Sara Severoni, arriva una possibile soluzione pratica al problema: 

“È fondamentale per chi soffre di malattia psoriasica potersi rivolgere a un centro specializzato per patologia, dove dermatologi e reumatologi collaborano in un approccio sinergico e multidisciplinare nella gestione del paziente, al fine di una diagnosi precoce e di una appropriatezza terapeutica sempre più condivisa tra Clinico e paziente.”

Anche Mara Maccarone, Presidente ADISPO, appoggia in toto il discorso fin qui fatto dai colleghi ribadendo che “sono ancora molti i bisogni insoddisfatti dei pazienti con psoriasi e tra i principali sicuramente la necessità di aumentare la consapevolezza dell’elevato carico fisico ed emotivo della malattia psoriasica, per la quale sono fondamentali il riconoscimento precoce e la gestione della stessa.”

Una necessità di informazione che va soddisfatta

Un’urgenza, quella di saperne di più, sentita, dunque da più parti in gioco, dai medici, dalle associazioni di pazienti e dagli stessi malati e per la quale Novartis ha trovato una via efficace e coinvolgente qual è L’esperienza al centro.

Per prendere parte alla campagna e ottenere tutte le informazioni necessarie, invitiamo, dunque, a visitarne il sito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

RomaToday è in caricamento