animali-domestici

Cane e guinzaglio: come abituarlo e quale modello scegliere

Scegliere il guinzaglio adatto al proprio pet e riuscire ad abituarlo a questo accessorio è importante per trascorrere in modo sereno il momento della passeggiata

Abituare i cani al guinzaglio è importante, e spetta ai padroni addestrarli ed educarli all’uso di questi accessori.

I guinzagli, siano essi a collare oppure a pettorina, sono obbligatori per legge, di conseguenza è consigliabile far familiazzare sin da subito Fido all’uso di questi oggetti. Abituare il cane a usare il guinzaglio, spesso, si rivela un’impresa ardua e tutt’altro che semplice, questo perché per sua indole il pet ha bisogno di esplorare il territorio; quindi può capitare, soprattutto all’inizio, che si senta “costretto” e non accetti il guinzaglio.

Come fare in questi casi?

Il primo passo da fare è scegliere il guinzaglio più adatto al proprio cane, in modo che possa vivere il momento della passeggiata in modo sereno; inoltre, è importante ricordare che un guinzaglio non idoneo alla corporatura del proprio animale può essere fonte di stress e causare problemi di salute.

I guinzagli per cani

Il guinzaglio è uno strumento fondamentale se si esce con il cane. Il motivo? Innanzitutto, è obbligatorio per legge in quanto se il cane provoca danni a cose o persone, il proprietario ne è responsabile; in più, uscire senza questo accessorio può rivelarsi pericoloso, a causa dei pericoli che si possono incontrare in strada.

I guinzagli, però, non sono tutti uguali, vi sono modelli diversi in base alla corporatura del cane, all’età e anche alle esigenze dell’essere umano. Un esempio è il guinzaglio per correre o canicross, una tipologia perfetta per chi ama lo sport all’aria aperta; la loro caratteristica è la possibilità di legarli in vita in modo da avere le mani libere per allenarsi.

Pettorina  o collare? 

La pettorina è consigliata per quei cani che tirano al guinzaglio, perché evita che si facciano male e che riportino danni alle articolazioni; infatti, spesso può capitare che presi dall’euforia della passeggiata i pet inizino a muoversi freneticamente e a tirare. Per tale ragione, in questi casi è meglio optare per una pettorina invece del più classico collare.

In commercio vi sono diversi modelli, come:

pettorine ad H: distribuiscono in maniera ottimale le tensioni grazie a due anelli ben distanziati e a un attacco al guinzaglio centrale sul tronco.

pettorine ad Y: invece, danno all'animale un maggior comfort e senso di libertà avvolgendolo sul torace, senza premere sul collo

pettorine a X: sono le più comuni e abbracciano la zona delle spalle, passando sotto le ascelle e unendosi proprio sopra il dorso

Per quanto riguarda i collari in commercio vi sono diversi modelli in pelle, in metallo oppure in nylon; un esempio è il collare a fettuccia o fascetta: costituito da una fascetta che fa il giro completo intorno al collo dell'animale. Questo modello si allaccia con una fibbia o con un moschettone regolabile, quindi è in grado di adattarsi alla corporatura del pet.

Come abituare il cane al guinzaglio

Quando si adotta un cane una delle prime cose da fare per la sua educazione è addestrarlo all’uso del guinzaglio. Abituare il cane a indossare il guinzaglio può rivelarsi davvero difficile; infatti, la reazione è molto soggettiva e cambia da cane a cane, l’importante è avere tanta pazienza e rispettare i tempi del proprio amico a quattro zampe.

Ecco alcuni consigli pratici per addestrare il cane:

  • lasciare che il cane annusi, studi e familiarizzi con il guinzaglio.
  • una volta presa un po’ di confidenza si può procedere indossandolo, ma solo se è della giusta taglia e non stringe.
  • dopo di ciò, e una volta che ha accettato questo accessorio, è consigliabile farlo tenere al cane per qualche ora al giorno, meglio se durante momenti di svago e gioco, in modo che associ il divertimento al guinzaglio.
  • a questo punto, è importante offrire al cane un premio, come ad esempio uno snack o tante coccole.
  • è consigliabile ripetere queste azioni ogni giorno, anche più volte al giorno.

Come inse gnare al cane a camminare al guinzaglio

Dopo aver abituato il cane al guinzaglio, si può uscire per una passeggiata al parco. Ma come fare a insegnare al cane a camminare al guinzaglio? Ecco alcuni consigli:

  • all’inizio è meglio optare per un ambiente tranquillo e poco frequentato sia da altre persone sia da altri cani; in un secondo momento si può passeggiare in luoghi più affollati
  • è opportuno consentire al proprio amico a 4 zampe di fiutare e muoversi in autonomia anche se al guinzaglio
  • è bene portare dei premi, come i biscotti, da alternare alle carezze e usarli come rinforzo positivo per premiare il pet se non tira e riesce a camminare al fianco del padrone.

 

 


 

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Le razze di cani che soffrono il freddo

  • Cani a Roma: tutti gli animali domestici pronti a conoscere una nuova famiglia

  • Cani da adottare a Roma: tutti i pet in cerca di una nuova famiglia

  • Le razze di gatti che soffrono il freddo

  • Gioco e divertimento con Fido al parco in inverno

  • Come far assumere le medicine al pet

Torna su
RomaToday è in caricamento