A tutto mondo

Meno spermatozoi se vivi in città: i giovani italiani a rischio infertilità

La vita moderna "ammazza" gli spermatozoi. Le giovani generazioni a rischio infertilità a causa di smog, stress e abusi di alcol e droghe

Hai venti anni e vivi in città? Bene (anzi... male): hai il 25% di spermatozoi di un tuo coetaneo che vive in campagna.
E' questo il risultato di una ricerca condotta dalla Società Italiana di andrologia e medicina della sessualità, che lancia l'allarme sulle ripercussioni che la vita metropolitana sta avendo sulle capacità riproduttiva dei giovani italiani.

Smog e polveri sottili, traffico, stress, sedentarietà, alcol e droghe: queste le principali indiziate di questa diminuzione del numero degli spermatozoi nei ragazzi ventenni che vivono in città. E però anche chi vive in campagna non deve sentirsi tranquillo: un'altra ricerca, che aggrega i risultati sul totale dei giovani, rivela che "il 33,4% dei ragazzi sottoposti all'indagine è ipofertile e l'11,7% è gravemente ipofertile", e tra questi, statisticamente, ci sono anche i "campagnoli".
Un allarme generale quindi, che riguarda tutti, al quale però sarà molto difficile dare risposte concrete: incentivare l'attività sportiva e dire no a alcol e droghe si può fare, ma in quanto a stress, traffico e inquinamento il singolo individuo può fare realmente poco. Dovremo quindi rassegnarci a nuove generazioni dalla limitata capacità produttiva?!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meno spermatozoi se vivi in città: i giovani italiani a rischio infertilità

RomaToday è in caricamento