A tutto mondo

Picchia il cane del vicino e poi chiede un risarcimento danni

In Inghilterra un uomo prende a pugni il cane del vicino. Filmato da una telecamera, il video viene messo in rete dal padrone dell'animale. E il picchiatore chiede un risarcimento per la violazione della privacy

Una curiosa notizia ci arriva oggi dall'Inghilterra.
Jonathan Bloomfield, un uomo di 37 anni residente a Londra, viene filmato dalla telecamera di un vicino mentre prende a pugni il suo cane. Il video, che è stato anche sottoposto al vaglio della polizia, viene soprattutto messo in rete dal padrone dell'animale.
Jonathan diventa allora "il mostro", il saluto tolto da parte di molti conoscenti, e la sua casa addirittura assediata da una folla molto arrabbiata.
Gli diventa quindi impossibile restare a vivere in quella casa, e con tutta la famiglia è costretto a trasferirsi.
Fin qui la cronaca ci racconta di un chiaro maltrattamento di animali, e delle conseguenze che si possono subire per certi atti contrari alla sensibilità dell'opinione pubblica. Ma la storia non finisce qui: infatti il "picchiatore" del cane ha citato in giudizio il suo vicino di casa, reo di aver diffuso il video su Facebook e Youtube, chiedendogli un risarcimento per una violazione della privacy che ha costretto la sua famiglia a rimanere senza casa e che ha impedito al figlio "di avere un futuro migliore".
Un caso quindi controverso: da un lato lo sdegno per un comportamento inaccettabile di violenza sugli animali, dall'altro la tutela della privacy, la cui violazione ha avuto conseguenze molto serie.
Secondo voi è stato corretto, da parte del padrone del cane picchiato, di mettere online il video?


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia il cane del vicino e poi chiede un risarcimento danni

RomaToday è in caricamento