Sabato, 19 Giugno 2021
A tutto mondo

Mario Pepe ex Pdl: "Senza i 3000 euro di pensione da parlamentare sarei un miserabile come tutti gli italiani, non levatemela!"

Secondo il deputato Mario Pepe il vitalizio per i parlamentari serve a non farli vivere nella miseria.

La Casta non ci sta a farsi tagliare i vitalizi. E lo dice senza alcun timore (e pudore).
Dopo il caso dell'onorevole Pisacane, stanno facendo discutere le dichiarazioni del deputato Mario Pepe, ex Pdl ed ex Responsabile attualmente nel Gruppo Misto di Montecitorio, rilasciate alla trasmissione "La Zanzara" di Radio24.
Secondo Pepe, senza il vitalizio, i parlamentari sarebbero ridotti alla miseria, e fa il suo esempio concreto: "Sono deputato da 12 anni, e con il vitalizio prenderei 3.000 euro al mese di pensione. Senza vitalizio ne prenderei solo 1.200... una miseria".
Il conduttore Giuseppe Cruciani gli fa notare che 1.200 euro di pensione sono molti di più di quelli che prendono tantissimi comuni mortali. Al che l'onorevole replica: "E va be’, e allora saremo tutti uguali nella miseria! Questa pensione è una miseria. Dobbiamo lavorare per migliorare le condizioni degli altri. Il vitalizio non è una pensione, ma una specie di assegno di reinserimento. Chi svolge una funzione legislativa deve avere la massima serenità economica perchè deve legiferare nell’interesse dei cittadini".
Per Mario Pepe quindi la maggioranza dei cittadini pensionati vivono nella miseria, e di questo purtroppo ce n'eravamo accorti, ma dove sta scritto che un parlamentare, per aver lavorato pochi anni in Parlamento, ha diritto di vivere nella ricchezza?!


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mario Pepe ex Pdl: "Senza i 3000 euro di pensione da parlamentare sarei un miserabile come tutti gli italiani, non levatemela!"

RomaToday è in caricamento