A tutto mondo

Banane e cetrioli da vietare alle donne: potrebbero indurle a pensieri sessuali

Un religioso musulmano dichiara: banane, cetrioli, zucchine e carote devono essere vietati alle donne perchè somigliano troppo al pene

E' necessario vietare cetrioli, banane, zucchine e carote alle donne, perchè ricordano troppo da vicino il pene maschile e potrebbero indurle a "pensieri sessuali". E' questa l'opinione di un anonimo religioso musulmano, il cui pensiero è stato rilanciato dal quotidiano el-Senousa.
La dichiarazione, che sarebbe addirittura divertente se non nascondesse una misoginia di fondo ancora troppo radicata nel mondo islamico, ha presto fatto il giro del mondo, scatenando un vespaio di polemiche.

Il religioso ha articolato a fondo il suo pensiero, affermando che se proprio questi "frutti peccaminosi" dovessero essere consumati dalle donne, il compito di ogni buon padre o marito sarebbe quello di tagliuzzarli in pezzettini così piccoli da evitare qualsiasi associazione mentale con il sesso maschile.
Alla domanda del giornalista di el-Senousa riguardo al modo di controllare che le donne non facciano acquisti, l'uomo ha risposto che non c'è bisogno che un uomo vada con loro a fare la spesa, trattandosi esclusivamente di una questione tra loro e Dio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banane e cetrioli da vietare alle donne: potrebbero indurle a pensieri sessuali

RomaToday è in caricamento