rotate-mobile
Powered by LATTE SANO
Maritozzo
Maritozzo Esquilino / Via dello Statuto, 60

Il maritozzo di Regoli, tra i più amati dai romani dal 1916: "I clienti da sempre la nostra pubblicità"

Un nome, una garanzia a Roma quando si parla di maritozzi con la panna. Laura Regoli ci racconta segreti e successi della morbida pagnottella ripiena di panna rigorosamente fresca e montata al momento

Tra i primi 5 finalisti del contest #Aromacipiace - Il maritozzo ci sono anche loro, una pasticceria che a Roma è un'istituzione da tempi immemori. Parliamo di Regoli, pasticceria artigianale fondata nel 1916 e tutt'ora a conduzione familiare. 

Situata in via dello statuto 60, a due passi da Santa Maria Maggiore e Piazza Vittorio Emanuele II, la pasticceria Regoli negli anni è cresciuta pur mantenendo quell'anima di piccola bottega di quartiere che realizza tutti i suoi dolci riprendendo le antiche ricette di famiglia e, proprio questo è, ancora oggi, il fiore all'occhiello della pasticceria all'Esquilino.

I maritozzi di Regoli

Pasticceria Regoli

Tra i cavalli di battaglia di Regoli ci sono, senza dubbio, i maritozzi con la panna che, non a caso, i romani hanno tanto votato nella prima fase del contest lanciato da RomaToday. Delle pagnottelle soffici e ripiene di panna montata al momento che vanno letteralmente a ruba come ha raccontato Laura Regoli. 

Cosa hanno di tanto speciale i vostri maritozzi? Perché i romani ne vanno matti?

Immagino che la morbidezza della pasta e la freschezza della panna siano gli ingredienti vincenti. In più la nostra è una preparazione giornaliera, la panna viene montata fresca di volta in volta, mano a mano che i maritozzi vengono serviti.

Quanti maritozzi preparate ogni giorno?

Non saprei dirglielo con precisione, ma ne facciamo una quantità limitata, anche perché abbiamo una produzione giornaliera ricca anche di altri dolci. Cerchiamo di assecondare, per quanto possibile, la richiesta dei clienti.

E quando bisogna passare da Regoli per trovare sicuramente un maritozzo con la panna pronto per essere mangiato?

Direi nella fascia mattutina, perché finiscono presto.

Qual è secondo lei la regola del maritozzo perfetto?

Beh, sicuramente la giusta lievitazione e l'utilizzo di panna fresca, montata al momento.

E qual è la cosa che i clienti vi dicono più spesso quando assaggiano il vostro maritozzo con la panna?

Ringraziano chi gli ha consigliato di venirlo a mangiare. I clienti ci dicono che i nostri maritozzi sono buoni, apprezzano molto e questo è il nostro vanto. I clienti sono stati sempre la nostra pubblicità, il loro apprezzamento per i nostri dolci e il passaparola è stato il nostro successo. Non abbiamo mai forzato nulla, è stato sempre tutto molto naturale.

Siete una pasticceria storica di Roma, sempre stata a conduzione familiare. Oggi chi c'è a tenere le redini di Regoli?

Oggi ci siamo io e mio marito Carlo Regoli, mia figlia Agnese con mio genero Marco e, in questo momento, anche i nostri altri due figli Valentina ed Alessandro.

Chi, invece, ha aperto nel 1916 la pasticceria e ha fatto in modo che arrivasse fino a qui?

Prima ci sono stati i nonni di mio marito, Umberto e Narcisa Regoli, arrivati a Roma dalla Toscana. Poi i miei suoceri Ermete e Rita e una zia di mio marito, Quirina, che è stata in pasticceria fino agli anni 2000. Da circa 45 anni ci siamo io e mio marito che con passione portiamo avanti l'azienda di famiglia, oggi con l'aiuto dei nostri figli.

Vi trovate a due passi da Santa Maria Maggiore da piazza Vittorio Emanuele, cosa rappresenta questa zona di Roma per voi?

Per noi è una meraviglia questa zona, l’abbiamo sempre apprezzata anche nei momenti più difficili. Non è una zona facile, lo sappiamo, ma è unica. Ben comunicante con altre zone centrali, non avrei mai voluto vivere in altro posto.

Quali sono gli altri cavalli di battaglia di Regoli, oltre al maritozzo?

Sicuramente il nostro profiterole, anche in monoporzione, la nostra fragolina di bosco (una pasta frolla con crema chantilly e fragolina di bosco) sempre in versione piccola e grande, il bignè fritto nel periodo di marzo e poi la bavarese più nota anni fa ma che ancora è apprezzata dai clienti nella nostra pasticceria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il maritozzo di Regoli, tra i più amati dai romani dal 1916: "I clienti da sempre la nostra pubblicità"

RomaToday è in caricamento