La Spiga d’Oro: il panificio dei fratelli pugili

Quando si entra a Spiga d'Oro infatti si ha l'impressione di trovarsi su un ring ma con l'odore del pane che inebria l'olfatto

A Tor Pignattara Spiga d’Oro è un’istituzione. Qui intere generazioni si sono avvicendate nel corso degli anni per acquistare il pane fresco prima e gustare i prodotti della gastronomia poi. Ad aprirci le porte dell’attività Emanuele ed Enrico Della Rosa, due fratelli che fin da piccoli si sono dedicati alla lavorazione del pane. Qui però all’interno dei locali di via di Tor Pignattara c’è molto di più che un semplice forno: ci sono passione, dedizione e sport. Già perché i due fratelli, oltre ad essere eccellenti fornai, sono anche due pugili. Emanuele è un nome importante nel panorama pugilistico italiano, diventato un vero e proprio professionista. Enrico invece ha lasciato lo sport una volta arrivato al livello dilettantistico. 

E la loro passione, quella che li rende senza dubbio originali nel loro campo di percepisce anche dagli arredi del locale. Quando si entra a Spiga d’Oro infatti si ha l’impressione di trovarsi su un ring ma con l’odore del pane che inebria l’olfatto. Attaccati alle pareti i poster dei loro successi che testimoniano la forza dei due fratelli che per tanto tempo hanno alternato la loro vita tra il panificio e il ring.

Ma come inizia la storia di Spiga d’Oro? I fratelli Della Rosa, a causa della prematura scomparsa del papà, iniziano molto presto, in tenera età, a lavorare il pane. Si trasferiscono da Fiumicino a Roma e quindi, da sempre a Tor Pignattara, abbracciano con il quartiere un rapporto profondo, diventando un punto di riferimento, un luogo di aggregazione. I fiori all’occhiello di Spiga d’Oro sono il pane casareccio e la pizza bianca, prodotti di tradizione: “La lavorazione del pane è lenta e lunga e avviene con materie prime di qualità – confessano i due fratelli – il tutto realizzato con ricette “fornare” della vecchia tradizione, quella di nostro padre che nella vita ha sempre fatto il fornaio”. 

Qui anche piatti tipici della tradizione romana all’interno del reparto gastronomia che insieme a quello della caffetteria crea un ambiente accogliente e dinamico che scalda il cuore e soddisfa il palato. 

E sul perché i romani dovrebbero scegliere Spiga d’Oro come il forno più buono di Roma i fratelli Della Rosa non hanno dubbi: “Usiamo prodotti di qualità, da noi il pane è sempre fresco, ogni ora una sfornata, lavoriamo con passione ed entusiasmo”. 

QUI POTETE VOTARE LA SFIDA DI FINALE

I DETTAGLI SULLA FINALE. SCOPRI COME FAR DIVENTARE QUESTO FORNO IL MIGLIORE DI ROMA

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
RomaToday è in caricamento