Dulcisforno, dove il sogno di famiglia diventa realtà

Pagnotte particolari, pane casareccio, cake design. Qui, da Dulcisforno una full immersione nelle prelibatezze dei prodotti "fornari" realizzati con materie di qualità ricercata

Un nome che rappresenta un connubio di prodotti, dolci e salati, e una data 1950. Si presenta così Dulcisforno, in via Adolfo Celi, qui, una testimonianza vera della passione e dell'amore per la professione di fornai. E' Ilaria, la responsabile dell'attività a raccontare la storia della famiglia Simone. Ci fa accomodare in uno dei tanti singolari angoli del locale finemente arredato dove resistere agli odori e ai profumi del pane appena sfornato è praticamente impossibile.

"L'azienda nasce il 30 novembre del 2015 da un'idea del nostro titolare che intendeva realizzare il sogno del padre fornaio che oggi non c'è più". E da qui Ilaria spiega anche la genesi del nome: "Il 1950 è stato un anno particolare per la famiglia Simone e quindi viene ricordato nel nome dell'attività, un'attività che ha coniugato sia il lavoro del capofamiglia sia la passione di uno dei nipoti per la pasticceria". Da Dulcisforno si possono gustare tanti prodotti di garantita bontà. "Realizziamo prodotti legati alla tradizione ma anche prodotti innovativi - Ilaria li racconta con dovizia di particolari - dai pani particolari alle pagnotte, senza dimenticare il pane casareccio o forme di pane più piccole".

Come si svolge la giornata tipo di un fornaio? Già perché chi è impegnato nella preparazione dell'impasto inizia a lavorare molto presto: "Il nostro fornaio arriva intorno alle 3 del mattino e alle 7 avviene la prima sfornata, l'ultima poi avviene intorno alle 18.00 così ai nostri clienti diamo la possibilità di avere sempre il pane fresco, soprattutto perché siamo in un quartiere residenziale e molti tornano di sera, da noi trovano quindi il pane caldo". Da Dulcisforno sono tante le tipologie di farina utilizzate: quella macinata a pietra, ai cereali, integrale o con i semi di girasole. E c'è anche una chicca che Ilaria ci concede: "Le baguette le prepariamo come si preparavano un tempo: l'impasto viene posizionato sopra un canovaccio e tra una baguette e l'altra il canovaccio viene rialzato così da dare una forma perfetta".

Tanti anche i prodotti della pasticceria, ottime le pizze alla pala e tonde, anche da asporto. Per Ilaria non ci sono dubbi, Dulcisforno merita di vincere perché "La ricerca delle materie prime di ottima qualità è il nostro obiettivo costante per dare sempre un prodotto di elitè alla nostra clientela". E tra gli obiettivi anche progetti futuri: "Oltre a coltivare l'intenzione di espanderci anche in altri posti, stiamo pensando di sviluppare un'applicazione che consenta ai nostri clienti di ordinare anche da casa una torta, ad esempio, e chiedere la consegna a domicilio, specificando data e ora".

QUI POTETE VOTARE LA SFIDA DI FINALE

I DETTAGLI SULLA FINALE. SCOPRI COME FAR DIVENTARE QUESTO FORNO IL MIGLIORE DI ROMA

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
RomaToday è in caricamento