← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

Cornelia e il parcheggio fantasma ridotto a una discarica

Circonvallazione Cornelia, 78 · Roma

Ecco come si presenta oggi 18 aprile, a poco meno di una settimana dalla canonizzazione di Giovanni Paolo II e Giovanni XIII, una delle rampe di accesso al parcheggio, ormai in stato di abbandono da anni, realizzato in corrispondenza con la stazione di Cornelia della linea A della metropolitana. Carta, sporcizia di ogni tipo, erbacce, fin dentro l'accesso al primo piano interrato del parcheggio. Visto che è una struttura comunque comunale mi chiedo a chi spetti mantenere per lo meno puliti questi spazi che sono sotto gli occhi, e il naso, di tutti turisti compresi vista la cospicua presenza di alberghi e strutture turistiche nella zona. Un parcheggio costato oltre 35 milioni di euro ridotto a una discarica a cielo aperto.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Scusa il ritardo nella mia risposta. Quel parcheggio nacque come struttura automatizzata. I piani sono alti due metri e 15. Tu entri con la macchina e un sistema automatizzato, con un ascensore, porta la macchina nel primo punto libero. Naturalmente tu devi scendere dalla macchina prima che questa entri nell'ascensore. E' lo stesso sistema che c'è nel parcheggio di fronte alla stazione Termini. Ma questo sistema ha dei difetti: nel momento in cui vai a riprendere la macchina, puoi aspettare anche 20 - 25 minuti prima che tutto il sistema automatizzato riesca a recuperare la macchina, Magari uno che ha lavorato 8 ore non ha voglia di aspettare 25 minuti che gli torni la macchina. Poi, doveva essere costantemente presente una squadra di intervento nel caso l'ascensore si bloccasse, e questo faceva salire di molto i costi. Poi, il parcheggio, una volta costruito non era più in regola con le nuove normative antincendio europee. E tuttora in caso di incendio non ci sono sufficienti elementi di sicurezza, e difficilmente le avrà. Bisognerebbe sfondare tutto e ricostruire un parcheggio a piani tradizionale, che naturalmente da molti meno posti macchina rispetto a quello attuale. Il Municipio, interpellato in tal senso, ha detto di non sapere nulla. Infine una precisazione di fondo: sono contrario ai parcheggi costruiti nelle città. Il modello che funziona nelle altre città europee è quello di creare dei grandi parcheggi di scambio nelle zone periferiche e permettere alle persone di giungere in città coi mezzi pubblici. L'esempio di Roma e il grande parcheggio di Anagnina, collegato direttamente alla metro. Oppure a Milano, dove tu arrivi a Molino Dorino, lasci la macchina e poi arrivi con la metro. Questo ridurrebbe in maniera drastica la presenza di mezzi privati, con grande beneficio degli abitanti.

  • Perché hanno sbagliato a costruirlo...

    • non ci credo!! in che senso? spiega

  • Ma xchè non viene utilizzato!?

Segnalazioni popolari

Torna su
RomaToday è in caricamento