Scuola

Vaccini, la Regione Lazio cambia in corsa e punta sull'autocertificazione

Sul sito della Regione dal 1 settembre il file da scaricare

Un passo in avanti verso le esigenze delle famiglie. A pochi giorni dall'apertura dei cancelli di scuole dell'infanzia e degli asili nido, la Regione annuncia nuovi provvedimenti.  Si perfeziona il lavoro delle scuole e delle famiglie che potranno comunicare l'avvenuta o al prossima vaccinazione dei figli, con una semplice autocertificazione.

L'autocertificazione delle famiglie

"E’ bene sottolineare come nel Lazio non ci sarà nessuna corsa alle vaccinazioni, sarà infatti sufficiente un’autocertificazione come deciso lo scorso agosto" fa sapere con una nota la Regione, all'indomani della firma di un protocollo con l'ufficio scolastico regionale. "Le famiglie potranno quindi sottoscrivere un’autocertificazione con la quale dichiarano di essere in regola con la normativa vigente o manifestano la volontà di mettersi in regola secondo i tempi previsti dalla legge".

Evitare disagi alle famiglie

E' un passo in avanti rispetto a quanto previsto e comunicato lo scorso luglio. Sul sito della Regione Lazio, era stato infatti precisato che per "Evitare e prevenire disagi alle famiglie, per un possibile eccesso simultaneo di richieste ai servizi vaccinali – si leggeva in una nota –  le scuole, nel pieno rispetto delle normative sulla privacy, invieranno gli elenchi degli iscritti alle Azienda sanitaria di competenza.  La Asl valuterà la regolarità della situazione vaccinale di ognuno, attiverà tutte le procedure previste per eventuale recupero del gap vaccinale e invierà i certificati direttamente alla scuole". Non era chiaro come le Asl avrebbero dovuto verificare la regolarità delle vaccinazioni. Con la comunicazione odierna, la Regione Lazio ha fatto maggiore chiarezza.

Gli elenchi scolastici e l'autocertificazione

Con il comunicato diramato giovedì 31 agosto, la Regione spiega che i citatti elenchi , saranno redatti a partire da un'autocertificazione Al riguardo, dal primo settembre, sul sito della Regione sarà pubblicato il modulo necessario per la stessa autocertificazione. Pertanto "Le scuole invieranno alle Asl l’elenco degli iscritti e le Asl invieranno alle scuole le certificazioni, semplificando così la vita delle famiglie”.

Per ora comunque la situazione è sotto controllo

Emma Ciccarelli, del Forum delle associazioni del Lazio, spiega che "abbiamo ricevuto qualche segnalazione di difficoltà di accedere al numero verde per avere le informazioni – spiega Ciccarelli – il timore è che solo a partire dal 4 settembre, con l'apertura dei cancelli, si possa scatenare l'agitazione di chi non trova chiarimenti per mettere in regola con le vaccinazioni. Per quanto ci riguarda – conclude la presidente del Forum delle associazioni del Lazio, prima che venisse diramata la nota dalla Regione Lazio – rivolgiamo un appello affinchè vi sia la massima trasparenza nel dare tutte le informazioni necessarie alle famiglie".

L'intervento della Regione

Anche a tale scopo, nella mattinata di giovedì 31 agosto, si è svolto un apposita riunione in Regione, tra la Giunta e le Asl del Lazio.  “E’ stata data da parte della Regione Lazio l’indicazione di potenziare i servizi offerti, implementando l’attuale organico con tutti i medici fiscali, che si rendono disponibili a partire da domani dopo il passaggio di competenze all’Inps. In particolare, saranno aumentate in questi giorni le ore dei call center e dei servizi dedicati di ogni azienda sanitaria di almeno 12 ore dando priorità alla fascia di età 0-6 anni che ha circa 21 mila bambini ancora da vaccinare su un totale di circa 300 mila".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, la Regione Lazio cambia in corsa e punta sull'autocertificazione

RomaToday è in caricamento