Scuola: gli alunni tornano in classe, ma è polemica su verde e manutenzione

Baglio: "Bandi per la manutenzione del verde scolastico al palo"

Immagine d'archivio

L'elementare Giovanni Pascoli a Marconi è ancora inagibile. I lavori non sono terminati in tempo per la prima campanella e gli alunni sono stati smistati in diversi plessi. A Magliana, in tre istituti, si convive con ponteggi e operai. Alla Pablo Neruda a Ottavia sono mamme e insegnanti che tinteggiano le mura delle aule. E anche alla Forte Braschi all'Aurelio la manutenzione è stata completata dai genitori. Ieri, venerdì 15 settembre, il primo giorno di scuola per tutti gli studenti di Roma e provincia. Ma la pagella degli edifici che ospitano alunni e insegnanti, anche quest'anno, poteva andare decisamente meglio. 

Ama ha comunicato di aver completato nei tempi previsti l'operazione "scuole pulite" e il pacchetto di interventi di diserbo, pulizia e spazzamento di strade e marciapiedi antistanti 800 scuole di Roma. Ma è all'interno di materne, elementari, medie, che il verde resta in pessime condizioni. Rovi penzolanti e tappeti di aghi di pino in una scuola di Settebagni, erbacce alte e tombini ricoperti di foglie secche alla Fantasia di Colori a Monteverde, che la scorso domenica durante il temporale si è allagata

In una nota Valeria Baglio, consigliera Pd e presidente della commissione Scuola della Città Metropolitana di Roma, denuncia: "Sono ferme le gare e gli interventi per il verde scolastico. A esclusione del I e del II Municipio, dove i bandi sono operativi e c'è già una programmazione, in tutti gli altri i bandi per la manutenzione del verde scolastico delle scuole primarie e medie sono al palo".

E poi c'è il problema degli arredi. Sono le diverse le scuole dove banchi e sedie non bastano per tutti. Tra queste la Vico al Nuovo Salario, come denunciato dal consigliere Pd del III municipio, Yuri Bugli. "A meno di tre giorni dall'apertura riceviamo preoccupanti segnalazioni dalle scuole del territorio: a causa di un bando andato deserto ad agosto, che non si sa quali problemi abbia avuto, mancano banchi e sedie per intere classi delle elementari e ancora per moltissimi istituti siamo ben lontani dalla più basilare pulizia del verde esterno". 

Sul tema è intervenuto anche il consigliere Piero Petrassi, membro della commissione cultura, diritto allo studio e istruzione della Regione Lazio. "Non ci sono le cattedre, le sedie, le lavagne, non si riesce a riparare una finestra e spesso i genitori sono costretti ad arrangiarsi da soli. Perché, come abbiamo letto dalle testimonianze di alcuni presidi, i soldi dalla Città Metropolitana arrivano con il contagocce. Quando arrivano". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento