rotate-mobile
Scuola San Giovanni / Via Acireale

Ladri e vandali nella scuola elementare. I genitori a Raggi: “E’ la terza volta in cinque giorni”

Dopo il caso della Pisacane e nel Municipio VII della Carducci, un'altra scuola è stata presa di mira dai ladri

Tre effrazioni in cinque giorni. L’ultima nella notte tra il 9 ed il 10 maggio. I genitori della Diaz, una scuola primaria nella zona di Piazza Lodi, hanno deciso di passare alle vie di fatto. Ed hanno scritto una lettera alla Sindaca, per chiedere con urgenza interventi.

La lettera alla Raggi

Nella missiva, che è destinata anche al Municipio VII, i rappresentanti dei genitori hanno manifestato “la necessità di un indifferibile intervento manutentivo sull’edificio”. Da realizzare “mediante il rafforzamento degli attuali ed evidentemente inefficaci sistemi di sicurezza”. “Incursioni nella scuola ci sono sempre state, ma accadeva una volta all’anno. Negli ultimi tempi sono invece aumentate in maniera preoccupante - ha raccontato a Romatoday una rappresentante dei genitori -  nell’ultima incursione si sono limitati a mettere a soqquadro le aule. Ma nei due casi precedenti avevano rubato PC e le LIM (le lavagne interattive multimediali ndr). Non sappiamo più cosa fare e stavamo pensando anche di andare a protesta in Municipio VII”. 

Gli interventi richiesti

Nella lettera inviata alla Sindaca ed anche all’ente di prossimità, i genitori della Diaz hanno suggerito anche delle misure da adottare. Tra le soluzioni proposte per migliorare la sicurezza della primaria di via Acireale, si va dal dal “rafforzamento delle serrature” all’installazione di inferriate alle finestre”. E’ stato chiesto anche di migliorare l’illuminazione pubblica intorno all’edificio e di installare “idonei dispositivi di sicurezza ed antifurto”. Questi ultimi sono previsti dal Comune che, ad inizio 2020, aveva predisposto un bando da 2,2 milioni di euro per impianti antifurto da destinare alle scuole della capitale.

Da un anno in attesa del bando del Comune

“La gara di manutenzione straordinaria bandita dal comune ancora non si è conclusa ed in questi giorni -ha spiegato l’assessora municipale alla scuola Elena De Santis - c’è stato un ennesimo rinvio della seduta a fine maggio, per cui il timore è che non si riesca ad a iniziare i lavori prima dell'estate”. Nel frattempo le incursioni proseguono in tutta la città. Ma in particolare a San Giovanni dove, nella scuola Carducci, si sono verificati frequenti furti ed atti vandalici.

La ripresa dei furti

Il problema dei furti nelle scuole romane è annoso ed è spesso stato segnalato. Nel territorio del Municipio VII stanno però diventando così numerosi che è complicato anche tenerne il conto. “Come Municipio in alcune scuole avevamo dei lavori per aumentare la sicurezza passiva, potenziando l'illuminazione e consolidando gli infissi. Per un periodo - ha spiegato l’assessora De Santis - ha funzionato. Poi le incursioni sono riprese, soprattutto dopo che le scuole si sono dotate di ulteriori attrezzature informatiche con cui affrontare l'emergenza sanitaria”. Ed in assenza d’interventi ladri e vandali festeggiano. Mentre le scuole vengono private di supporti tecnologici sempre più fondamentali per la propria attività didattica.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri e vandali nella scuola elementare. I genitori a Raggi: “E’ la terza volta in cinque giorni”

RomaToday è in caricamento