menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Aula scolastica, immagine d'archivio

Aula scolastica, immagine d'archivio

Rubinetti a secco nel liceo, 400 studenti senz'acqua. "A rischio l'attività scolastica"

L'allerta lanciata dalla preside dell'istituto Newton: "Se enti locali non intervengono pronta a denunciare"

La preside parla chiaro: la situazione è di "estrema gravità". All'istituto scientifico Isacco Newton manca l'acqua da quattro giorni, i bagni sono parzialmente inutilizzabili, Acea non interviene e l'ente locale non dà indicazioni per procedere alla chiusura. Parliamo della sede succursale di via dell'Olmata, nel rione Monti, in pieno centro storico. Un caos che riguarda 400 studenti. Il dirigente scolastico, Cristina Costarelli, è su tutte le furie. In una comunicazione, che RomaToday ha potuto visionare, ha contattato la Città metropolitana, competente come ex Provincia per gli istituti scolastici superiori, oltre a Comune e I municipio. 

"Il geometra intervenuto ha spiegato che si tratta di un problema strutturale importante, di non facile esecuzione, che potrebbe richiedere tempi lunghi di esecuzione, per il tramite di Acea". Per gli studenti, scrive la preside, "è stato leso il diritto allo studio e alla salute". Si attende dunque che "chi di competenza si esprima in termini di un'eventuale sospensione dell'attività didattica nel plesso e sull'immediata ricollocazione degli studenti in altri edifici"

Una lettera inviata oggi dopo giorni di solleciti continui e di proteste da parte dei genitori. A ora il plesso è aperto, i professori hanno messo a disposizione il loro bagno per sopperire anche solo in parte alle carenze. Mentre è rimasto aperto quello al secondo piano dove la pressione nei rubinetti è bassa ma consente ancora l'utilizzo. Ma le condizioni igieniche sono evidentemente precarie. E in assenza di risposte, chiude la lettera, la preside "si riserva di procedere con successive azioni di denuncia agli organi competenti".

Apprendiamo da Acea, che i tecnici della multiutility sarebbero intervenuti nella giornata di domenica 29 settembre, e che da controlli effettuati non sarebbero presenti anomalie sulle infrastrutture di competenza della società. 

Articolo aggiornato alle ore 18.30

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento