rotate-mobile
Scuola San Giovanni / Via la Spezia

Ladri e vandali a scuola, Lozzi attacca il Comune: "Da oltre un anno in attesa della gara per installare i sistemi antifurto"

Ancora senza aggiudicazione il bando per gli impianti d’allarme nelle scuole. E’ online da gennaio 2020

Ladri e vandali continuano a fare razzia nelle scuole. Emblematico è il caso del plesso intitolato a Giosuè Carducci, nel quartiere di San Giovanni. Nel corso di tre settimane ha subito quattro effrazioni ed il furto di numerosi PC. 

Continui furti nelle scuole

Non c’è solo il caso della scuola di via La Spezia a riempire le pagine della cronaca cittadina. Per contrastare la frequenza con cui gli istituti scolastici vengono saccheggiati, il Campidoglio aveva deciso di puntare sugli impianti anti-intrusione. Niente videocamere quindi. Al loro posto le 112 scuole romane avrebbero infatti dovuto beneficiare d’un sistema d’allarme in grado di allertare le forze dell’ordine ad ogni intrusione. Il condizionale però è d’obbligo visto che, la gara per realizzare questi impianti, è ferma.

In attesa della gara

“Come municipi non possiamo fare molto - ha spiegato la Minisindaca Monica Lozzi - purtroppo i fondi non ce li abbiamo e c’è un evidente ritardo nell’aggiudicazione della gara per questi impianti di sicurezza, visto che è passato più di un anno da quando è stata bandita. Nel frattempo, però, le nostre scuole vengono continuamente vandalizzate” ha rimarcato la presidente Lozzi.

I deterrenti contro i ladri

Il Municipio VII, quello nel cui territorio rientra anche la Carducci, è l’ente di prossimità che vanta il maggior numero di strutture scolastiche del primo ciclo di studi. E sembra essere anche tra i più bersagliati. Per contrastare le incursioni l’ente di prossimità ha anche puntato, in alcuni casi, sul miglioramento dell’impianto d’illuminazione davanti le scuole. Un deterrente per rendere la vita più difficile a ladri e vandali. Ma il palliativo, da solo, non basta. 

Tempi per i nuovi sistemi antifurto

Per contrastare le effrazioni ed i furti bisogna puntare sul bando capitolino. Il Comune ha del resto stanziato quasi 2,2 milioni di euro per predisporre le scuole all’introduzione di questi dispositivi. I territori sono stati divisi in tre lotti ed a ciascuno è stata assegnata una somma di poco superiore ai 70mila euro. L’apertura delle buste per valutare l’offerta economica, più volte rimandata nel tempo, è stata fissata per il 20 maggio 2021. Poi, per concludere i lavori in ciascun lotto, è previsto siano necessari anche 483 giorni. Ed è anche per questo, dopo sedici mesi di attesa dalla sua indizione, non è più pensabile rimandare l’aggiudicazione di questa gara.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri e vandali a scuola, Lozzi attacca il Comune: "Da oltre un anno in attesa della gara per installare i sistemi antifurto"

RomaToday è in caricamento