menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccino antinfluenzale, cresce la richiesta. L'assessore: "Mi appello agli over 65"

Nel Lazio sono già state consegnate 404 mila dosi

Sono 404mila le dosi di vaccino antinfluenzale consegnate nel Lazio. Un numero che, fa sapere l'assessore alla Sanità del Lazio Alessio D'Amato, segna un "notevole incremento rispetto allo stesso periodo dell’anno passato". La campagna per i vaccini antinfluenzali lanciata il 15 ottobre scorso dalla Regione  sta entrando così nel vivo. Terminerà il prossimo 31 dicembre.

L'invito dell'assessore è rivolto "soprattutto per la popolazione degli over 65. E’ importante non aspettare l’ultimo momento o i primi freddi, ma fare il vaccino poiché l’influenza non va sottovalutata e ogni anno i sintomi influenzali mettono a rischio lo stato di salute dei cittadini soprattutto gli anziani e le persone più deboli. Un invito particolare alla vaccinazione lo rivolgo infine a tutto il personale sanitario".

I vaccini sono a disposizione gratuitamente presso il proprio medico di famiglia, i pediatri e i servizi vaccinali delle Asl. Da quest’anno inoltre, grazie alla collaborazione dei medici di medicina generale, tutti coloro che non hanno effettuato la scelta del medico potranno vaccinarsi nei 34 ambulatori di cure primarie presenti sul territorio regionale ed aperti nei weekend e festivi. Tutte le info sono disponibili sul sito Salutelazio.it e scaricando la app 'Salute Lazio'. 

Inoltre sempre con i medici è stato avviato un piano straordinario per la vaccinazione a domicilio per i malati cronici non deambulanti. Il vaccino antinfluenzale è completamente gratuito per gli over 65 anni, per i soggetti a rischio di ogni età con patologie croniche, donne in gravidanza, per il personale sanitario e di pubblica sicurezza e, novità di quest’anno, anche per i donatori di sangue.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento