Vaccini: per nidi e materne basta l'autocertificazione dei genitori. Per ora

Per i genitori c'è tempo fino al 10 marzo 2019 per assolvere all'obbligo vaccinale dei figli

Le commissioni affari costituzionali e bilancio della Camera hanno espresso parere positivo sulla decisione di prorogare l'autocertificazione. L'emendamento atteso è arrivato. I genitori potranno così iscrivere i propri figli nei nidi e nelle materne semplicemente firmando una dichiarazione in cui attestano l'intenzione ad assolvere all'obbligo vaccinale. Per farlo avranno tempo fino al 10 marzo.

Basta l'autocertificazione 

L'emendamento al decreto milleproroghe lascia quindi circa sei mesi ai genitori per far inocoluare ai propri figli tutti e 10 i vaccini obbligatori. Una sc Intanto sono partiti i controlli dei NAS che, ringraziati anche dalla ministra della Salute Giulia Grillo, hanno iniziato a verificare l'effettiva corrispondenza tra le autocertificazioni ed i vaccini realmente effettuati. I genitori che dichiarano il falso, saranno segnalati all'autorità giudiziaria. 

Presidi favorevoli all'autocertificazione

Anagrafe unica vaccinale nel Lazio

La scelta dell'autorcertificazione era stata indicata dalla titolare del ministero della Salute, come una sorta di paracadute, nata perchè non esiste un'anagrafe unica vaccinale a livello nazionale.  Esiste però in alcune regioni. In quella presieduta dal Governatore è stata lanciata venerdì 7 luglio.  Si tratta di uno strumento utile per agevolare il lavoro dei centri vaccinali che lì potranno consultare i dati nella fascia 0-6 anni, indipendentemente dalla Asl, dai pediatri e dal supporto amministrativo delle scuole.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Per quanto riguarda invece la fascia di età 0-16 anni - ha precisato  Alessio D'Amato, Assessore alla Sanità della Regione Lazio - ad oggi 4.723 plessi scolastici hanno immesso nell’anagrafe i dati dei propri iscritti che sono oltre 500mila e questi dati sono stati confrontati con i dati dei servizi vaccinali delle Asl”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento