Lunedì, 18 Ottobre 2021
Salute Via di Grottarossa

Trapianto facciale, al Sant'Andrea il primo intervento realizzato in Italia

Il trapianto conta pochi precedenti al mondo. L'operazione è stata effettuata su una paziente sfigurata da una malattia neurodegenerativa

Non è un'operazione semplice. Il trapianto facciale è un intervento che vanta pochissimi precedenti al mondo. Ed in Italia, fino a pochi giorni fa,  non era neppure mai stato tentato. Per la prima volta l'operazione è stata effettuata anche nel nostro paese. Nella giornata di sabato 22 settembre infatti, all'Ospedale Sant'Andrea è stato eseguito il primo intervento ricostruttivo.

A chi è destinato l'intervento

L'opzione chirurgica messa in campo nell'ospedale romano, punta a migliorare le condizioni di vita di pazienti che sono rimasti vittima di neoplasia, attacchi di animali, ustioni, traumi o malattie neurodegenerative. E' questo esattamente il caso capitato alla paziente operata al Sant'Andrea che, infatti, presentava un viso sfigurato peroprio da una malattia neurodegenerativa congenita.

Oltre i limiti della chirurgia tradizionale

L'operazione, realizzata anche grazie alla collaborazione di un'equipe svizzera, è seguita ad un intervento di prelievo multiorgano effettuato su una vittima di un incidente stradale di cui era stata accertata la morte cerebrale. I suoi tessuti permetteranno ad una persona di avere un nuovo volto. Co la ricostruizione facciale, si offre un'opzione in più per affontare qui complessi difetti nel viso che le tecniche chirurgiche tradizionali non sempre sono in grado di risolvere in maniera funzionale ed esteticamente soddisfacente. Il protocollo eseguito all'Ospedale Sant'Andrea, altamente sperimentale, è stato realizzato sotto la guida del Centro Nazionale Trapianti.

Una nuova frontiera della chirurgia

Soddisfazione è stata espressa dal governatore del Lazio Nicola Zingaretti. “Uno straordinario lavoro di squadra frutto della qualità del Sistema sanitario regionale del Lazio e dello straordinario coordinamento dell’intera struttura nazionale dei trapianti. Il Lazio e l’Ospedale Sant’Andrea si pongono all’avanguardia e aprono una nuova frontiera trapiantologica nel nostro Paese. L’operazione - ha sottolineato il presidente Zingaretti - è stata possibile grazie alla straordinaria generosità della donatrice. Ora monitoreremo con la massima cautela l’evoluzione della situazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trapianto facciale, al Sant'Andrea il primo intervento realizzato in Italia

RomaToday è in caricamento