menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dalla Regione oltre un milione e mezzo di euro per le residenze sanitarie assistenziali

L'importo stanziato dalla Regione Lazio per i comuni con meno di 5mila abitanti contribuisce a ridurre le spese per le famiglie

La Regione Lazio investe sui comuni che contano un numero di abitanti inferiore a 5mila, stanziando una somma di oltre un milione e mezzo di euro per consentire alle famiglie una riduzione della spesa nell’ambito di servizi necessari.

Il costo a carico delle famiglie si riduce

L’importo pari a 1,7 milioni di euro innalza la quota di compartecipazione alla spesa per le residenze sanitarie assistenziali, non solo anche per le strutture riabilitative di mantenimento. Così facendo, il costo a carico delle famiglie si abbassa e si passa da una copertura del 50% al 70%, anche per le prestazioni socioriabilitative psichiatriche, nei casi siano compartecipate dall’utenza. Il consiglio regionale, nei giorni scorsi ha approvato un emendamento alla proposta di legge regionale n.194 del 31 ottobre 2019, ‘Misure per lo sviluppo economico, l’attrattività degli investimenti e la semplificazione’.

Troncarelli: "Questa giunta a favore degli enti locali"

“Con questa azione, la Regione Lazio ha voluto sostenere economicamente i piccoli Comuni, così da ridurre le difficoltà incontrate nel fronteggiare l’integrazione delle rette per gli utenti - ha detto Alessandra Troncarelli, assessore alle Politiche sociali, Welfare ed Enti locali della Regione Lazio - Una misura tangibile che conferma l’impegno della giunta Zingaretti sia in favore degli enti locali di minore dimensione, considerati una ricchezza da tutelare e valorizzare, sia degli utenti più vulnerabili e dei loro familiari”. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento