Salute

Ospedale di Velletri, il primo intervento endovascolare Tevar su una paziente di 90 anni

L’operazione è avvenuta lo scorso 26 maggio presso l’ospedale di Velletri, eseguita dall’equipe del dott. Filippi

Ospedale Velletri - Immagine di archivio

Un delicato intervento endovascolare in urgenza, realizzato con la tecnica TEVAR ha salvato la vita a una donna di 90 anni giunta al pronto soccorso con un aneurisma. L'intervento realizzato con la tecnica TEVAR (ThoracicEndovascularAorticRepair) è stato eseguito dall’equipe del dott. Filippi, lo scorso 26 maggio presso i locali dell’ospedale di Velletri. È la prima prima volta che una simile operazione viene eseguita nel distretto ASL Roma 6. Tale procedura prevede il posizionamento di un'endoprotesi (una protesi di tessuto supportata da un'anima in metallo) senza la necessità di eseguire un'incisione chirurgica del tessuto circostante.

Artefici della buona riusciata dell’operazione sono state le equipe multidisciplinare vascolare composta da Dott. Filippi Chirurgo Vascolare f.f. Responsabile del locale reparto di Chirurgia Vascolare e del Dott. Capotondi Direttore UOC del reparto di Radiologia Diagnostica ed Interventistica dell’Ospedale dei Castelli, coadiuvati dai chirurghi vascolari Dott. Cappello e Dott. Platone,  ad intervenire sulla donna che era arrivata al Pronto Soccorso per un forte dolore toracico.

“Questo tipo di intervento – spiega il Dott. Capotondi - è  durato circa 90 minuti ed ha permesso di scongiurare un delicatissimo intervento chirurgico vascolare tradizionale gravato, in relazione alle condizioni ed alla età della paziente, da un elevato tasso di complicanze e mortalità. La signora in prima giornata postoperatoria è stata trasferita dal reparto di Terapia Intensiva nel reparto di degenza ordinaria in buone condizioni generali ed in assenza di dolore toracico. Sarà sottoposta a TAC di controllo subito prima della sua dimissione”.

“Ringrazio i nostri professionisti che, anche in questo momento di criticità dovuto all’emergenza coronavirus, hanno dimostrato grande capacità – commenta il Direttore Generale della ASL Roma 6, Narciso Mostarda – Auguro a nome di tutta l’Azienda alla signora una pronta guarigione. Il nostro impegno per offrire servizi sanitari di qualità è costante e il nostro obiettivo è quello di continuare  a migliorare”. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale di Velletri, il primo intervento endovascolare Tevar su una paziente di 90 anni

RomaToday è in caricamento