rotate-mobile
Salute

La Fondazione Gemelli premiata per qualità e sicurezza dell'ospedale

Il Gemelli di Roma ha ottenuto il prestigioso riconoscimento dell'accreditamento della Joint Commission International per la qualità e sicurezza dell’ospedale.

Lunedì 12 luglio La Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS ha ottenuto il prestigioso accreditamento della Joint Commission International (JCI), leader mondiale nell’accreditamento in ambito sanitario.

Un successo che porta l’Ospedale ad essere il Primo Academic Hospital italiano a ricevere il riconoscimento, diventando orgoglio di Roma e d’Italia. 

La cerimonia dell’accreditamento Joint Commission International si è tenuta presso l’Aula Vito del Policlinico Gemelli, ed erano presenti anche il Ministro della Salute Roberto Speranza e l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato. Presenti anche l’Avvocato Carlo Fratta Pasini, Presidente della Fondazione Policlinico Gemelli, il professor Franco Anelli, Rettore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, il Preside Rocco Bellantone, il professor Marco Elefanti, Direttore Generale della Fondazione Policlinico Universitario Agostino, il dottor Andrea Cambieri, Direttore Sanitario di FPG , Monsignor Claudio Giuliodori Assistente Ecclesiastico Generale dell'Università Cattolica del Sacro Cuore.

Il metodo JCI

Il metodo JCI si ispira al miglioramento continuo della qualità della assistenza e i parametri da soddisfare si riferiscono a tutti gli aspetti dell’organizzazione ospedaliera, dalla cura del paziente all’organizzazione e gestione della struttura.

Le ricadute positive dell’accreditamento JCI sono dunque sui pazienti innanzitutto, visto che sicurezza (risk management & reduction) e qualità delle cure sono l’obiettivo principale della JCI, ma anche sul personale in grado di offrire servizi sanitari al top, come riconosciuto anche dalla rivista americana Newsweek che ha proclamato il Policlinico Gemelli il miglior ospedale d’Italia. Infine, un’altra ricaduta dell’accreditamento JCI è quella di fornire alla struttura che lo riceve un’accresciuta reputation e un vantaggio competitivo sul mercato sanitario privato e internazionale.

Il ‘Gold Seal of Approval’® della JCI è dunque un traguardo davvero importante, ma anche un punto di partenza perché la qualità e la sicurezza dei pazienti. L’accreditamento verrà sottoposto a una nuova valutazione per il rinnovo nel 2024, tra tre anni.

I commenti

Per l’Assessore D’Amato “oggi abbiamo un Gemelli più forte in una Regione Lazio più forte”.  Il Ministro Speranza nel suo intervento ha ringraziato “per tutto il lavoro fatto dal Gemelli in questo anno e mezzo di lotta incessante al coronavirus. Ottenere un riconoscimento così prestigioso, come l’accreditamento JCI, è indice della qualità del lavoro svolto in questi anni”.

L’Avvocato Carlo Fratta Pasini, Presidente della Fondazione Policlinico Gemelli spiega che "Questo riconoscimento ci impegna per il futuro e rinnova la riflessione sull’essere Policlinico Gemelli, che si distingue sì per la sua vocazione universitaria, ma anche per la sua missione di assistenza nei confronti di tutti, una prerogativa della sanità pubblica.”.

Per il professor Franco Anelli, Rettore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, "Il Gemelli e l’Università Cattolica restano una realtà unitaria e inscindibile". Proprio questa unitarietà è la forza del Gemelli secondo il Preside Rocco Bellantone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fondazione Gemelli premiata per qualità e sicurezza dell'ospedale

RomaToday è in caricamento