rotate-mobile
Salute

Disabilità gravissima: ecco la graduatoria per assegno di cura e contributo familiare

La graduatoria resta aperta: è possibile continuare a presentare le domande. Finora accolte 834 richieste

È stata approvata e pubblicata la graduatoria unica cittadina degli aventi diritto all’erogazione dei benefici economici (assegno di cura e contributo familiare) in favore di persone in condizioni di disabilità gravissima. Le domande accolte sino a questo momento sono 834.

La graduatoria resta aperta ed è quindi possibile continuare a presentare domande: verrà garantito un aggiornamento su base mensile, effettuato dal Dipartimento Politiche Sociali, in relazione alle nuove richieste che i cittadini possono presentare presso i Municipi d'appartenenza.

A questo link la graduatoria completa.

L'assegno di cura è di 800 euro al mese, il contributo caregiver familiare di 700

I benefici economici saranno erogati dai Municipi territorialmente competenti agli aventi diritto, nei limiti dei trasferimenti regionali. Si tratta dell'assegno di cura per un importo mensile pari a 800 euro e del contributo di cura per il caregiver familiare, per un importo mensile pari a 700 euro. Verrà assicurata priorità ai cittadini residenti a rischio istituzionalizzazione che, grazie al contributo mensile, potranno decidere di restare nella propria abitazione.

L’Assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale, Laura Baldassarre, ha sottolineato l’importanza di un percorso che mette al centro le persone, tramite un piano assistenziale individuale e umanizzato, favorendo la permanenza nel proprio domicilio. Il Disabilty Manager di Roma Capitale, Andrea Venuto, ha evidenziato il lavoro integrato e di rete messo in campo dall’Amministrazione capitolina, che si configura come aggiuntivo alle risorse già messe in campo dai municipi sul versante dell’assistenza domiciliare. La Presidente della Commissione Capitolina Politiche Sociali, Maria Agnese Catini,  infine, ha posto l’accento sull’importante lavoro di semplificazione, volto a evitare lungaggini burocratiche mediante un’oculata valorizzazione degli strumenti normativi consentiti dal quadro nazionale e regionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabilità gravissima: ecco la graduatoria per assegno di cura e contributo familiare

RomaToday è in caricamento