menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
 Il varco Zona Traffico Limitato di via Tomacelli all'angolo con via di Ripetta

Il varco Zona Traffico Limitato di via Tomacelli all'angolo con via di Ripetta

Covid, varchi Ztl aperti per la pandemia: scade oggi l'ordinanza. In Consiglio il no del M5s alla proroga

Bocciata dai consiglieri grillini la mozione a firma di Marcello De Vito. Oggi la decisione della sindaca Virginia Raggi

Scade oggi l'ordinanza per l'apertura dei varchi Ztl. Dal Campidoglio però la proroga tanto attesa dai commercianti non è arrivata. Il provvedimento, lo ricordiamo, annulla le limitazione al traffico privato nel Centro storico, favorendo quindi la mobilità dei romani verso le zone dello shopping. Una misura adottata con l'inizio della prima fase di lockdown legata alla pandemia di covid-19 e poi prorogata nei mesi successi, sempre oggetto di liti e divisioni tra i pentastellati favorevoli e contrari.

La decisione del Comune è attesa per oggi, ultimo giorno coperto dalla precedente ordinanza della sindaca Raggi. Da domani, sabato 16 gennaio, si tornerà alla normalità (nonostante l'andamento dei contagi non migliori e permangono restrizioni per il mondo del commercio e ristorazione) oppure servirà una nuova ordinanza per prorogare il quadro attuale. 

Per una proroga è il presidente dell'Assemblea Capitolina, Marcello De Vito. Su quella opposta, e quindi sulla chiusura immediata, il presidente della commissione Mobilità Enrico Stefàno. In mezzo resta sospeso il giudizio degli assessori competenti e quello della sindaca. Ieri pomeriggio, durante una seduta di Consiglio comunale, non si è arrivati ad alcuna decisione definitiva, in un senso o nell'altro. Ma la maggioranza in Aula ha espresso le sue intenzioni. È stata infatti bocciata da parte dei consiglieri M5s una mozione a firma De Vito che chiedeva appunto di prorogare la sospensione dei varchi.

"Sono veramente sbalordito in modo negativo dall'esito della mozione che invitava la sindaca alla proroga" ha commentato De Vito. "La situazione che sussiste quest'oggi è uguale se non addirittura peggiore a quella che il 15 novembre aveva legittimato la sindaca, all'esito della riunione in Prefettura, a emettere la prima ordinanza di sospensione poi prorogata il 3 dicembre. Alla luce del fatto che il traffico in questa fase è notevolmente inferiore a quello delle feste natalizie, anche perché ci avviciniamo a essere regione arancione, è ancora più illogico il fatto che non si sia adottata la proroga fino al 30 aprile". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento