Zone a traffico limitato: Raggi cambia idea e spegne i varchi elettronici

La Sindaca ha firmato una nuova ordinanza: varchi disattivati tutta la settimana, h24, nelle ZTL del Centro storico, Tridente, Trastevere, Testaccio e San Lorenzo

Firmata l’ordinanza, i varchi elettronici vanno spenti. Dal 14 novembre e fino al 3 dicembre 2020 i varchi delle zone a traffico limitato del  Centro storico, Tridente, Trastevere, Testaccio e San Lorenzo vengono disattivati h24 in tutti i giorni della settimana.

I varchi spenti

Il provvedimento della Sindaca, ha spiegato il Campidoglio, “è stato adottato per agevolare gli spostamenti in città durante questa fase dell’emergenza sanitaria”. Restano ovviamente in vigore i divieti di circolazione previsti per la domenica ecologica del 15 novembre. Sono due provvedimenti diversi. Il secondo nasce per abbattere i livelli di emissioni degli inquinanti. La decisione di spegnere le Ztl invece, com’è stato spiegato, serve per favorire gli spostamenti quotidiani.

Le critiche

Il provvedimento del Campidoglio è stato subito contestato. “Rispetto alla grave situazione del commercio e dell'economia del centro storico di Roma la sindaca Raggi dimostra una cattiveria che va oltre ogni limite: gli accessi della ZTL si aprono esattamente alle 18 contestualmente alla chiusura di tutte le attività di ristorazione, mentre vengono calate le serrande di bar e ristoranti i cittadini possono finalmente entrare in un centro storico deserto"  ha obiettato il deputato e coordinatore regionale di Fratelli d’Italia Paolo Trancassini. Il parlamentare ha puntato il dito anche contro la domenica ecologica  “un colpo di grazia in questa già grave situazione e rispetto ad una giornata che avrebbe potuto essere produttiva per le attivita' di Roma”.

15 novembre domenica ecologica: ecco chi può circolare

Le ordinanze passate

La posizione del Campidoglio, in relazione al mantenimento dei varchi elettronici anche durante la pandemia, sta alimentando dei malumori anche all’interno della maggioranza pentastellata. La Sindaca ha emesso la prima ordinanza di sospensione della ZTL durante la cosiddetta "fase due". A maggio quel provvedimento è stato prorogato, fino allo scorso 30 agosto. Una scelta pubblicamente stigmatizzata dal presidente della commissione mobilità Enrico Stefàno (M5s).

Anche dal M5s la richiesta di disattivare le ZTL

Dal 31 agosto i varchi elettronici sono tornati i funzione. La loro riattivazione, fino al 13 novembre, ha suscitato le proteste dei commercianti e dei partiti dell'opposizione. Ma non ha convinto neanche il numero due del M5s in Campidoglio, Marcello De Vito. Il presidente dell’Assemblea Capitolina, a metà ottobre, aveva infatti sottolineato l'esigenza di  “permettere nuovamente la libera circolazione dei mezzi nel centro della nostra città fino a cessata emergenza”. Un modo, aveva spiegato de Vito, che avrebbe contribuito a dare  “un po' d'ossigeno all'economia del territorio, devastata da questa pandemia”. A distanza di un mese quel provvedimento, invocato anche dal presidente dell'Aula Giulio Cesare, è stato adottato. Entra in vigore del 14 novembre e, salvo proroghe, dura per le prossime tre settimane.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

  • La voglia di festa sfida il Covid: in 34 assembrati in 70 metri quadri, la vicina chiama i carabinieri

Torna su
RomaToday è in caricamento