menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ztl, De Vito spinge per sospendere i varchi elettronici: "Sindaca, darebbe ossigeno al territorio"

Anche dal Presidente dell'Assemblea Capitolina arriva la richiesta di disattivare le ZTL a causa del prorogarsi dell'emergenza Covid. La proposta piace all'opposizione e divide i grillini

Sospendere l’attivazione delle ZTL. I commercianti del centro cittadino lo stanno ripetendo da mesi. Adesso, a chiedere un passo indietro alla Sindaca, ha provveduto anche il presidente dell’assemblea capitolina Marcello De Vito.

Rivedere la regolamentazione sulle ZTL

Con una mozione di cui è stato primo firmatario, e che ha trovato la sponda dei capigruppo d’opposizione Andrea De Priamo (FdI) Stefano Fassina (Sinistra per Roma) e Antongiulio Pelonzi (PD) si è chiesto alla sindaca “di rivedere la regolamentazione della Ztl alla luce della proroga dello stato d'emergenza deciso dal Governo fino al 31 gennaio".

Dunque non un ripensamento sulla scorta del modello “torinese”, che pure era stato evocato. E che prevederebbe la chiusura del centro storico fino a mezzogiorno. Quello che viene chiesto alla Raggi, invece, è di disattivare tutte le Zone a traffico limitato, com’è stato fino allo scorso 30 agosto.

Gli orari e le ZTL attualmente attive

Le ZTL ed il Coronavirus

"Le attività imprenditoriali in centro stanno vivendo una lunga stagione di sofferenza, causata anche dalla mancanza di turisti, e la chiusura della Ztl non fa altro che aggravare questa difficoltà”. Sono due le condizioni cui De Vito fa riferimento nell’annunciare la propria mozione. Una riguarda il risalire dei contagi. L’altra, invece, è inerente la proroga dello stato di emergenza dal 15 ottobre al 31 gennaio. Tutto ciò andrebbe a rideterminare “condizioni analoghe a quelle che avevano giustificato la prima ordinanza di sospensione della Sindaca”ha sottolineato il presidente dell’assemblea capitolina.

Restiture ossigeno ai commercianti

La conclusione di Marcello De Vito, già candidato sindaco nel 2013 per il M5s, è che sia “opportuno permettere nuovamente la libera circolazione dei mezzi nel centro della nostra città fino a cessata emergenza. In questo modo si darebbe un po' d'ossigeno all'economia del territorio, devastata da questa pandemia". Una proposta, quella avanzata dal presidente De Vito, che rischia di passare con i voti dell’opposizione. Si andrebbero a sommare a quelli, tutt’altro che improbabili, di qualche franco tiratore della maggioranza pentastellata. 

Le due anime del M5s

La scelta di attivare le ZTL, dal 31 agosto, già non era stata semplice. Nel Movimento 5 stelle capitolino ci sono infatti quanti, come il presidente della commissione Mobiltà Enrico Stefàno, non ritengono i varchi elettronici possano modificare la propensione all'acquisto. Ma ci sono anche dei consiglieri pentastellati che ritengono sia ragionevole venire incontro alle richieste dei commercianti. Che propendono per rivedere il divieto di circolazone per le zone a traffico limitato. Le due posizioni si confronteranno, virtualmente, in Aula Giulio Cesare. Poi spetterà alla Sindaca prendere una decisione.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Daniele De Rossi ricoverato allo Spallanzani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • De Magna e beve

    La vera storia della carbonara: origini e curiosità

  • De Magna e beve

    Carbonara: 7 errori comuni da non fare mai

  • Attualità

    La bufala del vaccino su chiamata a Roma

  • Cultura

    La Roma di Stefania Orlando

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento