Sabato, 31 Luglio 2021
Politica

Zanzara tigre, evitare acqua stagnante: multe fino a 500 euro

Tronca firma l'ordinanza, rivolta in particolare a imprese e responsabili di aree particolarmente critiche che possono dar luogo a piccole raccolte di acqua stagnanti e conseguenti focolai di sviluppo larvale

Parte la lotta alla zanzare tigre nella Capitale. Il Commissario Tronca, ha emanato un'ordinanza per la prevenzione e il controllo della diffusione dell'insetto infestante, nel testo si specificano i comportamenti da adottare, nel periodo compreso tra il 15 aprile e il 15 dicembre 2016, da parte di tutti i cittadini, dei soggetti pubblici e privati.

Dalla pulizia dei vasi, alla manutenzione di tombini e grondaie, al prosciugamento delle piscine non in esercizio, il provvedimento si rivolge in particolare alle imprese e ai responsabili di aree particolarmente critiche (cantieri, aree dismesse, piazzali di deposito, parcheggi, vivai e altre attività produttive e commerciali) che possono dar luogo a piccole raccolte di acqua stagnanti e conseguenti focolai di sviluppo larvale. Le multe per chi non adempie agli obblighi prescritti vanno dai 50 ai 500 euro. 

Il provvedimento prevede inoltre, per gli amministratori di condominio, l'obbligo di comunicare entro il 30 luglio 2016, alla Direzione Promozione Tutela Ambientale e Benessere degli animali del Dipartimento Tutela Ambientale, attraverso la compilazione di un apposito modulo (scaricabile dal sito web www.comune.roma.it), l'elenco dei condomini da loro amministrati per i quali sia stato attivato un programma di disinfestazione per il controllo della diffusione della zanzara tigre (la tipologia dei trattamenti, la loro cadenza, il nominativo dei prodotti impiegati e della ditta che ha eseguito l'attività, la quale deve essere regolarmente iscritta alla camera di commercio).

TOPI--->L'ORDINANZA DI TRONCA

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zanzara tigre, evitare acqua stagnante: multe fino a 500 euro

RomaToday è in caricamento