rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica

Wi-fi: la provincia risponde ai Verdi, “Polemiche strumentali”

Dopo che il Presidente dei Verdi aveva definito il progetto 'Provincia Wi-fi' "un esperimento a danno dei cittadini", arriva la decisa smentita della Provincia: "Il male informato è lui"

“Non è assolutamente vero che il Presidente Zingaretti non fosse informato della pericolosità della tecnologia Wi-fi. Ci siamo posti il problema fin dall’inizio affidando l’analisi dei rischi al Caspur (Consorzio interuniversitario per le Applicazioni di Supercalcolo Per Università e Ricerca, ndr)”. Secca la smentita della Provincia alle parole di Giuseppe Teodoro, Presidente dei Verdi Roma, che due giorni fa aveva parlato di “potenziale nocività dei campi elettromagnetici emessi da impianti che supportano il wireless", rischi che Zingaretti non avrebbe tenuto in debita considerazione nel portare avanti il progetto ‘Provincia Wi-fi’.

Teodoro se la prendeva soprattutto con la decisione di Zingaretti di installare le antenne wireless in tutte le scuole della provincia, scelta che a suo dire “va in direzione contraria rispetto a paesi come la Francia, la Gran Bretagna e la Germania, dove  è stato proibito l'uso del wireless in tutte le scuole di ogni ordine e grado”.

“Ma nelle scuole il discorso è molto diverso - spiegano dalla Provincia - la connessione senza fili non coprirà l’intera struttura, ma sarà installato in una sola aula della scuola, peraltro scelta dal dirigente scolastico. Per di più verrà utilizzata solo quando serve, per cui durante la lezione i ragazzi non potranno accedervi”.

Altro discorso invece per i rischi da elettrosmog causati dagli oltre 500 hot spot installati in tutta la Provincia: “Sono cose effettivamente difficili da valutare, e nessuno oggi sa dire con precisione quali siano i pericoli effettivi. Ma in un paese come gli Stati Uniti da sempre all’avanguardia per la tecnologia e molto attento anche alle ricadute sulla salute, la rete senza fili c’è ovunque. Così come è vero che oggi in nessun paese del mondo c’è un divieto che limita l’utilizzo del Wi-fi nelle abitazioni”.

Infine la stoccata: “Oggi ‘Provincia Wi-fi’ garantisce Internet gratis ad oltre duecentomila persone, e le lamentele sono state davvero poche. Ma di solito riguardavano l’assenza di segnale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Wi-fi: la provincia risponde ai Verdi, “Polemiche strumentali”

RomaToday è in caricamento