Il New York Times dedica un articolo a Raggi: "I nuovi politici non sono migliori dei vecchi"

La sindaca sul quotidiano statunitense si difende: "E' come costruire una casa. Prima di vedere le mura devi scavare il buco per le fondamenta"

"Non sono stati nove mesi facili per Virginia Raggi". Inizia così l'articolo che il New York Times dedica alla "prima sindaco donna di Roma", ormai anni luce di distanza dai toni entusiasti con cui la stampa estera, e lo stesso quotidiano statunitense, delinearono le conseguenze della sua sempre più probabile vittoria prima delle elezioni. Dalle difficoltà nella selezione dei propri collaboratori a quelle effettive che la città vive sulla sua pelle ogni giorno. Disastri ereditati e problemi un po' più recenti. "Virginia Raggi doveva essere il primo esempio del Movimento Cinque Stelle anti-estabilishment di come un politico non di professione avrebbe potuto smuovere la politica italiana". E invece, per il giornale, è la dimostrazione "che i nuovi politici italiani non sono molto meglio dei vecchi". 

La sindaca, intervistata dal quotidiano, ha espresso tutta la difficoltà di ripartire da zero in una città disastrata come Roma. "E' come costruire una casa" ha spiegato. "Prima di vedere le mura devi scavare il buco per le fondamenta". E ora, riporta il quotidiano, è arrivata alla fase di costruire le mura. E ancora: "Cuciniamo con quello che abbiamo" ha affermato a proposito del personale capitolino. L'assunto di partenza del quotidiano è chiaro: "Nessuno, critico o sostenitore, ha mai detto che governare Roma sia facile". E Mafia Capitale, citato come esempio, supporta questa tesi. Ma il ritratto di Raggi non tralascia le posizioni dei più critici verso il suo governo: "Viene dipinta come ostaggio delle sua stessa inesperienza". E l'appoggio della sindaca ai tassisti che misero a ferro e fuoco la città non viene perdonato nemmeno oltreoceano.

Per il New York Times il paragone con Torino, dove governa la 32enne Chiara Appendino, anche lei pentastellata. La città "funziona bene" scrive il quotidiano. "Le cose procedono senza ostacoli". Raggi però chiede tempo. L'articolo si conclude così: "Roma non sarà mai Amsterdam, piena di biciclette, o Parigi, piena di linee metro. Ma possiamo migliorare e miglioreremo. La gente dev'essere paziente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento