Politica

Il vento è cambiato, almeno per i vip: ieri tutti con Raggi, oggi tutti con il Pd

In tanti criticano e hanno criticato la sindaca dal 2016 a oggi. Da Santamaria a Mannoia tutti i personaggi "famosi" che hanno scaricato il Movimento Cinque Stelle

La sindaca di Roma Virginia Raggi sul palco di 'Italia 5 Stelle' (FOTO ANSA)

Massimo Ghini candidato sindaco di Roma? "Se serve". Una frase provocazione, ci ha tenuto a precisare l'attore con un percorso di anni nel centrosinistra romano. Solo un messaggio per dare una sveglia al Pd che ancora non scioglie la riserva sui nomi per il Campidoglio. Ma anche un'occasione per criticare duramente Raggi e il M5s. 

D'altronde non è il solo tra i "famosi". Lo ha fatto Claudia Gerini in un'intervista di oggi a Repubblica. Se si è ispirata a Virginia Raggi nel film di Edoardo Leo per interpretare il ruolo di una sindaca di Roma, "moderna e impegnata" per la sua città? "Assolutamente no". La lista di vip che negli ultimi cinque anni si sono scagliati contro la sindaca grillina è fitta. Anche, e soprattutto, con volti che invece l'avevano sostenuta a gran voce. 

Correva l'anno 2016 e in campagna elettorale Virginia Raggi poteva contare anche sul tifo di personaggi dello spettacolo dal grande seguito, romani e non. Attori e cantanti di fama internazionale riponevano tutta la loro fiducia nella nuova sindaca Cinque Stelle. Per lo più delusi dal Pd a trazione Matteo Renzi, provenivano dal centro sinistra, e al centrosinistra sono tornati. 

C'è l'attore Claudio Santamaria, vincitore del David di Donatello per l'interpretazione nel film Lo chiamavano Jeeg Robot. Lo ricordiamo tra i presenti sul palco accanto a Virginia per la chiusura di campagna elettorale, citato con nome e cognome nei ringraziamenti di Beppe Grillo. "Sono stato strumentalizzato - dichiarerà dopo tre anni - poi visto l'andazzo generale non lo rifarei". Ha poi dichiarato il suo sostegno al Pd, anche per amore della compagna Francesca Barra, candidata con i dem alle regionali del 2018 in Basilicata. 

Segue Fiorella Mannoia. Anche dalla cantante la sindaca 5s è stata duramente scaricata. "Voto Raggi" annunciò sui social network ormai quattro anni fa condividendo un'intervista di Sabrina Ferilli, attrice icona della romanità sul grande schermo, che dichiarava lo stesso. Entrambe, deluse, "disobbedivano" al centrosinistra. Entrambe sono tornate all'ovile. Mannoia sottoscrisse un appello per votare il centrosinistra alle ultime europee, regalando anche uno dei suoi brani per la campagna elettorale. 

Idem per Ferilli. L'endorsement dell'attrice, da sempre icona romana - e romanista - della sinistra, figlia di Giuliano, storico segretario della sezione Pci e poi Ds di Fiano Romano, fu di quelli clamorosi. Nessuno se lo aspettava dati gli stretti legami con la "falce e il martello". Meno a sorpresa il suo ritorno alle origini, quando poi nel 2018 stava in fila al gazebo di piazza del Popolo per votare il segretario del Pd. Criticò la sindaca soprattutto per la (non) gestione del problema rifiuti. 

Insomma, un fuggi fuggi generale. Per usare lo slogan più caro ai Cinque Stelle, anche per i vip "il vento sta cambiando". Anzi, almeno loro, è già cambiato. Tutti pronti, salvo nuove sorprese, a salire tra un anno sui palchi del centrosinistra. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il vento è cambiato, almeno per i vip: ieri tutti con Raggi, oggi tutti con il Pd

RomaToday è in caricamento